il vero significato della parola “BUROCRAZIA”

secondo me, la parola burocrazia è formata da due parole distinte, una spagnola (buro … o meglio “burro”, che significa ASINO … ed una inglese, crazia … o meglio “crazy” che significa PAZZO).
Ecco spiegato perché le circolari “burocratizzate” sono impregnate di asinità e di pazzia.
L’ultimo esempio: il 20 dicembre 2012, sulla base di un articolo di legge (volete il numero? articolo 1 DL 11.12.2012 numero 216 su G.U. 288 dell’11.12.2012) vengono stabilite nuove norme per la fatturazione.
Una circolare “interpretativa” (eh sì, perché in Italia, le leggi sono incomprensibili, quindi dopo che i nostri governanti hanno legiferato, un qualche burocrate deve tradurre le leggi in burocratese, spesso ancora più incomprensibile del legislatese!) spiega che dal primo gennaio 2013 le fatture devono riportare la numerazione (che deve partire da uno) e l’anno (quindi 2013).
Non basta più emettere fatture con la data secondo gli standard (gg/mm/aa) quindi non vale emettere una fattura datata, ad esempio, 10.01.13 …. no no no, dopo il numero va indicato l’anno nella sua interezza, quindi 2013.
Sembra un cambiamento da poco, ma significa mettere mano al software e andare a fare dei cambiamenti sia nel sistema che nella stampa dei documenti.
Ovviamente facendo tutto super-urgentemente, perché non è che si può bloccare la fatturazione!
Anche la numerazione va risistemata: continuare progressivamente da dove eravamo rimasti lo scorso anno, non vale più.
Se l’ultima fattura del 2012 era la numero (esempio) 45342 del 31.12.12 … la prima del 2013 NON può essere la 45343 del 03.01.13.
No no no, dovrà essere la 000001-2013 del 03.01.13.
Sistemato il programma gestionale, adattato il software e la nuova stampa … ecco (oggi) la nuova circolare.
Si può continuare tranquillamente a fare come si faceva prima, sia per quanto riguarda la progressione numerica che per quanto riguarda la data.
Della serie ormai solita: fare e disfare è tutto un lavorare.
E l’ ASINO-PAZZIA ha colpito ancora
Paolo Federici

Annunci

1 Commento

Archiviato in cultura, economia, riflessioni, Trasporti

Una risposta a “il vero significato della parola “BUROCRAZIA”

  1. avevate dei dubbi? Oggi la “legge” è nuovamente cambiata. Ricevo or ora questa informativa:

    Come prima d’ora riferito nelle precedenti comunicazioni, l’articolo 1, comma 325, lettera d), della legge 24 dicembre 2012, n. 228 ha determinato la modifica dell’articolo 21- D.P.R. 633/1972.
    Nella nuova formulazione, l’articolo 21 DPR 633/72 non prevede più la numerazione “in ordine progressivo per anno solare”.
    Le nuove disposizioni stabiliscono che per le operazioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2013, la fattura deve contenere un “numero progressivo che la identifichi in modo univoco”.
    L’Agenzia delle Entrate, a seguito delle numerose richieste di chiarimento ha provveduto a fornire appositi strumenti interpretativi della norma con risoluzione n. 1 del 10 gennaio 2013

    chiaro?
    Mah!

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...