Archivi categoria: viaggi

dal nostro uomo in moto …!

La Divina Commedia

Diario del 09.08

Kiev – Cernivci 563 km 9 ore

State tranquilli, non ho intenzione di sottoporVi alcun passo del capolavoro del divin Poeta ma quello che ho passato oggi sulle strade ucraine penso sia ben rappresentato dalle tre cantiche di Alighieri.

Partito da Kiev intorno alle 7 mi sono immesso subito nel traffico del lunedi mattina, oltrettutto con il tipo di strade che Vi avevo descritto ieri: tacconi, buche, pavè, traccioni di asfalto dei camion. Appena uscito dalla città la strada migliora leggermente (ma non tanto ..) e poi per circa 200 km, diciamo fino a Zytomir è abbastanza buona: diciamo che questo, insieme ad altri tratti che incontrerò più avanti, è stato il mio purgatorio, strade non all’altezza di quelle polacche o baltiche ma tutto sommato percorribili.

Non vorrei sbagliare ma da Zytomir a Berdyciv e poi da Yarmolyntsi a Chotyn un vero Inferno, guida sempre in piedi per buche (tante e profonde), tanti rattoppi di asfalto, pezzi di sterrato: di peggio per una strada asfaltata (e questa è una statale per di più ..) ricordo la Siberia del 2013 ma lì siamo in Asia e d’inverno la temperatura va a – 40 o oltre: qui siamo in Europa ed il gelo non è sicuramente quello siberiano

Fantastico invece il pezzo da Lytin fin quasi a Yarmolyntsi dove stanno rifacendo e raddoppiando la strada e quindi ci hanno fatto viaggiare sulla parte già sistemata e appena riaperta al traffico: sembrava di andare su un biliardo, nero invece di verde, ma perfetto (un vero Paradiso quindi ..). Per l’altra carreggiata ho paura che occorrerà aspettare ancora qualche anno.

Paesaggio sempre più “povero”, rurale si ma mal messo, dove l’unica cosa di valore che spiccava erano i Cremlini dalle cupole dei mille colori: azzurri, verdi, neri, dorati ..

Cernivci è un acittà di 300.000 abitanti, un pò di diverse etnie, compresi romeni e ungheresi, oltre naturalmente gli ucraini; il centro storico è bello, sia le piazze sia i palazzi ma anche in questo caso lasciamo stare le strade, sia quelle di accesso sia quelle centrali: pavè scassato e tacconi d’asfalto.

Linguine al tonno e pomodoro la mia cena: mi piacciono tanto!!

Da domani si ritorna in UE e quindi, dopo tre giorni in cui potevo comunicare solo con uozap, potrò di nuovo spedire mail e utilizzare il telefono .. o almeno spero!!!

Ciao ciao.

Maurizio Pistore

Lascia un commento

Archiviato in cultura, Generale, giornalismo, incontri, viaggi

I meeting al tempo del Covid19

eccoci, collegati da tutto il mondo! Dal Nord al Sud America, dall’Africa all’Asia, dall’Europa all’Oceania.
Tutti i continenti a portata di click!
Certo, per qualcuno era mattino presto … e per altri era sera tardi, ma vuoi mettere il risparmio a livello di spese di viaggio (nessun aereo da prendere, nessun albergo da prenotare, nessuna sala convegni da riservare …!)
Mi sa che anche quando sarà finita l’emergenza, sfrutteremo queste nuove tecnologie!
(Nella foto c’è solo una “pagina”, ma i partecipanti erano ben più di quelli raffigurati nella foto!)
7
ed io sono quello in basso a destra ..

About Project Cargo Network

Project Cargo Network is an ISO 9001 and ISO 14001 certified organisation established in 2010 to provide heavy lift and project cargo specialists access to a trusted, worldwide network of agents who handle their specialist shipments, whilst working professionally and safely under a strict Code of Conduct. Today, PCN has an international presence that extends to over 250 specialist members in more than 110 countries.

Lascia un commento

Archiviato in amici, cultura, economia, Generale, giornalismo, Idee, incontri, Politica, riflessioni, Trasporti, viaggi

venite a Milano

MILANO è stata selezionata da LonelyPlanet come la TERZA meta turistica per il 2015

milan_lonely_planetvi aspettiamo!

Paolo Federici

Lascia un commento

Archiviato in cultura, viaggi

Singapore, arrivo!

aiutati che il ciel t’aiuta, dice un antico adagio.
Sì, insomma … basta piangersi addosso.
Domani si riparte: un altro aereo, un’altra meta, un’altra settimana piena di incontri che, spero, siano produttivi e mi facciano tornare a casa con la “borsa” piena di nuovi contratti.
Ai posteri l’ardua sentenza!
Io continuo ad essere ottimista.
Buon viaggio (a me)
Paolo

1 Commento

Archiviato in economia, Idee, Trasporti, viaggi

la grande mela

un giorno di sole … a New York

Questo slideshow richiede JavaScript.

1 Commento

Archiviato in cultura, spettacolo, viaggi

viaggio nel Gran Canyon

Questo slideshow richiede JavaScript.

se mi mettete un po’ di “mi piace”, allora poi ne pubblico altre
(sempre degli Usa … da New York a San Francisco, da Los Angeles a Las Vegas, dal lago Powell a Monument Valley)
🙂
Paolo

1 Commento

Archiviato in cultura, giornalismo, scoperte, viaggi

una libreria … particolare

poi uno non deve credere alle combinazioni (le connessioni ci sono sempre, basta saperle trovare).
Sono a San Francisco e sto vagando su e giù per le strade alla ricerca di un qualche negozio che venda libri.
All’improvviso mi trovo davanti alla porta di una antica libreria che mi incanta ed entro deciso.
Una esagerazione di libri mi si para davanti: stanzette che si incastrano una sull’altra e ripiani pieni di libri con i titoli più svariati (e mai sentiti, almeno non da me).
Ci sono poesie appese sulle pareti e ritratti di Kerouac e riferimenti alla beat generation.
Mi lascio guidare dall’istinto e prelevo un libro dal titolo “latino”: principia scriptoriae.
La sinossi parla di un incontro, avvenuto in prigione, tra due scrittori.
Siccome sono interessato allo scambio di idee che posso trovarci … lo prendo.
D’altronde ho un’idea che mi frulla, da tempo, nella testa sulla possibilità di scrivere un libro a quattro mani nato dallo scambio di idee tra due scrittori, che mi pare proprio capiti a fagiolo.
La sorpresa è grande quando, nelle prime pagine, si parla della città ideale dove dovrebbe stare uno scrittore: è San Francisco e – secondo uno dei due protagonisti – questo perché a San Francisco c’è una libreria molto particolare, che si chiama “City Lights Bookstore”.
Wow: si tratta esattamente della libreria dove ho appena comprato proprio quel libro.
Mi sento molto personaggio di un libro e comincio a confondere la realtà con la fantasia, anche perché le combinazioni cominciano ad essere troppe …
Ecco le foto:

Questo slideshow richiede JavaScript.

4 commenti

Archiviato in cultura, Libri, scoperte, viaggi

è finita così …

e come tutte le più belle cose … anche questo viaggio incantevole giunge alla fine.
Siamo tornati laddove eravamo partiti: il tempo sembra essere volato.
Abbiamo trovato nuovi amici (Marco, Enrica … e Pablo), vissuto con loro dieci giorni di mare, mare, mare.
Gustato piatti favolosi preparati da Marco, cantato e bevuto in compagnia (sul catamarano c’erano ben tre chitarre …!).
Visitato isole incantevoli e paesini colorati.
Ammirato pesci, tartarughe … ed anche un delfino, di passaggio.
A fine mese quel catamarano (Selavì) inizierà il viaggio di trasferimento verso la Polinesia (dopo aver fatto tappa alle Galapagos).
Dall’anno prossimo (dopo 15 anni di caraibi) le loro crociere saranno in altri mari.
Chissà che non si riesca a ritrovarsi.
Già invidio coloro che riusciranno ad imbarcarsi per quelle loro nuove crociere … del 2015!
Paolo

Questo slideshow richiede JavaScript.

(foto di Tiziana Vimercati)

2 commenti

Archiviato in cultura, viaggi

Byahaute

ormai siamo sulla via del ritorno. Poche ore di “bolina stretta” sulla rotta di Saint Vincent.
Ma fermandosi in una baia incantevole per l’ultimo bagno (con tanto di snorkeling)

Questo slideshow richiede JavaScript.

(foto di Tiziana Vimercati)

1 Commento

Archiviato in cultura, viaggi

si torna a Mayreau

ma arriviamo sull’altro lato dell’isola a Salt Whistle Bay.
Poi prendiamo il taxi di Curtis e saliamo in alto per gustarci un aperitivo con vista sul tramonto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(foto di Tiziana Vimercati)

2 commenti

Archiviato in cultura, viaggi