dal nostro uomo in moto …!

La Divina Commedia

Diario del 09.08

Kiev – Cernivci 563 km 9 ore

State tranquilli, non ho intenzione di sottoporVi alcun passo del capolavoro del divin Poeta ma quello che ho passato oggi sulle strade ucraine penso sia ben rappresentato dalle tre cantiche di Alighieri.

Partito da Kiev intorno alle 7 mi sono immesso subito nel traffico del lunedi mattina, oltrettutto con il tipo di strade che Vi avevo descritto ieri: tacconi, buche, pavè, traccioni di asfalto dei camion. Appena uscito dalla città la strada migliora leggermente (ma non tanto ..) e poi per circa 200 km, diciamo fino a Zytomir è abbastanza buona: diciamo che questo, insieme ad altri tratti che incontrerò più avanti, è stato il mio purgatorio, strade non all’altezza di quelle polacche o baltiche ma tutto sommato percorribili.

Non vorrei sbagliare ma da Zytomir a Berdyciv e poi da Yarmolyntsi a Chotyn un vero Inferno, guida sempre in piedi per buche (tante e profonde), tanti rattoppi di asfalto, pezzi di sterrato: di peggio per una strada asfaltata (e questa è una statale per di più ..) ricordo la Siberia del 2013 ma lì siamo in Asia e d’inverno la temperatura va a – 40 o oltre: qui siamo in Europa ed il gelo non è sicuramente quello siberiano

Fantastico invece il pezzo da Lytin fin quasi a Yarmolyntsi dove stanno rifacendo e raddoppiando la strada e quindi ci hanno fatto viaggiare sulla parte già sistemata e appena riaperta al traffico: sembrava di andare su un biliardo, nero invece di verde, ma perfetto (un vero Paradiso quindi ..). Per l’altra carreggiata ho paura che occorrerà aspettare ancora qualche anno.

Paesaggio sempre più “povero”, rurale si ma mal messo, dove l’unica cosa di valore che spiccava erano i Cremlini dalle cupole dei mille colori: azzurri, verdi, neri, dorati ..

Cernivci è un acittà di 300.000 abitanti, un pò di diverse etnie, compresi romeni e ungheresi, oltre naturalmente gli ucraini; il centro storico è bello, sia le piazze sia i palazzi ma anche in questo caso lasciamo stare le strade, sia quelle di accesso sia quelle centrali: pavè scassato e tacconi d’asfalto.

Linguine al tonno e pomodoro la mia cena: mi piacciono tanto!!

Da domani si ritorna in UE e quindi, dopo tre giorni in cui potevo comunicare solo con uozap, potrò di nuovo spedire mail e utilizzare il telefono .. o almeno spero!!!

Ciao ciao.

Maurizio Pistore

Lascia un commento

Archiviato in cultura, Generale, giornalismo, incontri, viaggi

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...