Hanjin e Hyundai: le compagnie coreane e la crisi

risparmiate, risparmiate … qualche cosa succederà!
Ormai sono davvero stufo di ripeterlo: tutti a cercare il prezzo più basso, sempre e solo il prezzo più basso. Se io vendo un servizio, il ritornello che mi sento ripetere è: “quel tuo concorrente mi fa pagare di meno”
Quindi la scelta è tra lavorare “perdendo” dei soldi (perché ormai il prezzo più basso è solo quello “in perdita”), oppure “non lavorare”.
Nel mercato dei noli marittimi le Compagnie di Navigazione hanno scelto la “uno” e gli effetti si sentono, anzi si vedono.
Per ridurre le perdite si tagliano i servizi, si riduce il personale, si “cerca” di rinegoziare i debiti.
In queste ultime ore la più grossa compagnia di navigazione coreana (la Hanjin) sta cercando di evitare il fallimento: questa mattina il valore delle sue azioni è crollato del 30 per cento.
Il management sta discutendo la rinegoziazione dei debiti, in modo particolare i costi eccessivi della gestione della flotta e delle mega-navi (la maggior parte delle navi sono “noleggiate” e mentre i noli marittimi dei containers scendono continuamente in considerazione della agguerrita concorrenza, le somme dovute per il noleggio delle navi rimangono invariate, essendo state fissate negli anni d’oro del settore, quando i guadagni erano imponenti e le previsioni erano di una continua crescita).
Oggi dunque la Hanjin si trova a pagare per il noleggio delle navi delle somme anche cinque volte superiori a quelle del mercato attuale.
A questo punto o gli armatori proprietari delle navi date in noleggio accettano di adeguare le loro richieste all’andamento del mercato, oppure alla Hanjin non resterà altro da fare che portare i libri in Tribunale e dichiarare fallimento.
Va detto che la situazione della Hanjin è molto simile a quella dell’altra compagnia coreana, la Hyundai Merchant Marine, anch’essa in estrema sofferenza, pur essendo riuscita, un paio di mesi fa, nell’intento di rinegoziare i debiti.
E chi soffre più di tutti in questa situazione è il personale dipendente: i posti di lavoro vengono ridotti tra il 20 ed il 30 per cento, creando quindi sconcerto e disoccupazione.
Quando finalmente capiremo che la corsa al risparmio è ormai una corsa al massacro e che tutti ne siamo vittime (e carnefici, contemporaneamente) sarà davvero troppo tardi.
Paolo Federici

3 commenti

Archiviato in cultura, denuncia, economia, Generale, giornalismo, Trasporti

3 risposte a “Hanjin e Hyundai: le compagnie coreane e la crisi

  1. Max

    Condivido totalmente, specialmente le ultime righe. Mi sembra che il nuovo accordo (TTIO) tra Usa e Merkel vada in questo senso ma è presto per dirlo. MM

  2. la Hanjin ha resistito ancora per pochi mesi … fino a che oggi ha dichiarato fallimento.
    I nodi stanno arrivando al pettine.

  3. dunque a maggio raccontavo, su questo mio blog, come le due Compagnie fossero sull’orlo del fallimento.
    Una possibilità era quella di arrivare ad una fusione per riprogrammare le spese.
    Sono passati quattro mesi ed ecco cosa è successo: la Hanjin ha praticamente chiuso, lasciando oltre 5 miliardi di dollari di debiti.
    Ci sono 98 navi (con sopra circa mezzo milione di containers) ferme in giro per il mondo.
    E adesso cosa succederà?
    La Hyundai rileverà la “polpa” (navi, containers e clienti) della sua concorrente Hanjin, mentre i creditori resteranno con un palmo di naso.
    In pratica la “fusione” (ipotizzata a maggio) si farà a costo zero, o quasi.
    Ed i coreani torneranno a dominare il mercato dei trasporti internazionali!
    Scommettiamo?
    Paolo Federici

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...