RIFORMA DELLA PORTUALITA’ E DELLA LOGISTICA

il Comitato di Esperti (scelto dal Ministro Lupi) ha elaborato le LINEE GUIDA del Piano della Logistica, in 9 punti

1. Pianificazione strategica a lungo, medio e breve periodo

2. Specializzazione delle realtà portuali, razionalizzazione del sistema di governance, integrazione dei “distretti logistici” (“In questo contesto evolutivo può collocarsi una razionalizzazione delle autorità portuali non condizionata dai veti reciproci dei sistemi locali”)

3. Creazione di sinergie tra attori chiave appartenenti al settore pubblico

4. Programmazione coordinata degli investimenti pubblici nel settore della portualità e della logistica (“Il Piano individua a livello centrale un adeguato organismo per lo svolgimento di una forte azione di coordinamento e di pianificazione dell’impiego delle risorse pubbliche in materia di portualità e logistica”)

5. Rimozione di bottlenecks infrastrutturali puntuali

6. Semplificazione delle procedure e razionalizzazione dei processi decisionali (“Lo snellimento delle procedure include la riduzione della frammentazione e la razionalizzazione del sistema, quell’insieme di funzioni autorizzative e di controllo che rappresentano oggi il principale punto di debolezza del sistema stesso”)

7. Intermodalità (“Questo richiede, da un lato alcuni ma essenziali interventi infrastrutturali sui corridoi e sulle linee di adduzione agli scali principali, tesi a garantire standard operativi (lunghezza treni ammissibili, sagome) in linea con le moderne esigenze di efficienza del trasporto ferroviario; dall’altro la definizione di una strategia complessiva di razionalizzazione e sviluppo della offerta di servizi ferroviari, anche attraverso l’individuazione di strumenti di incentivo dedicati”)

8. Evoluzione tecnologica come abilitatore di un nuovo modello operativo più efficiente e più orientato a logiche di mercato e upgrade tecnologico infrastrutturale (“Ulteriore elemento innovativo sarà la costituzione di un sistema di monitoraggio complessivo delle merci in grado di collegare i dati presenti sulle diverse piattaforme istituzionali che offrirà la possibilità di costruire un database per la rilevazione dei traffici effettivi con tutte le caratteristiche gestionali di interesse e quindi abiliti una consapevole pianificazione strategica delle infrastrutture del Paese”)

9. Integrazione tra sistema portuale e logistico e mondo imprenditoriale

e adesso?

Riepiloghiamo:

a ottobre 2010 venivano pubblicati i PRIMI ELEMENTI PER IL NUOVO PIANO DELLA LOGISTICA

a dicembre 2010 usciva il PIANO DELLA LOGISTICA 2011-2020

a giugno 2012 erano state “decise” le PRIME MISURE DI ATTUAZIONE: una relazione di 15 pagine che si riassumeva in 4 punti.
(poi non se ne è più saputo niente)

adesso, e siamo a febbraio 2015, si riparte con un elenco di 9 punti: le LINEE GUIDA

Ma quando è che si parte CONCRETAMENTE a fare qualche cosa?

Ve lo devo dire io cosa bisogna fare?

1 – SBUROCRATIZZARE (rendere le procedure doganali UGUALI a quelle del resto dell’Europa): basta una CIRCOLARE che dica: “da oggi si applicano le disposizioni europee” (così da attivare quanto già esiste nel resto d’Europa, cioè lo sportello unico, lo sdoganamento “in mare”, i controlli nei luoghi di origine e di destinazione evitando di bloccare le merci nei porti)

2 – INCREMENTARE i collegamenti ferroviari (basta RIPRISTINARE la linea già esistente che collega GIOIA TAURO con MILANO. Così le navi possono sbarcare i loro containers a GIOIA TAURO e da lì farli arrivare in tutta Europa)

3 – LIBERALIZZARE i tre porti principali che (a mio parere) sono:
A – GIOIA TAURO: se e quando sarà ripristinato il collegamento ferroviario con il Nord Italia ed il resto dell’Europa
B – LA SPEZIA: in quanto già all’avanguardia per i collegamenti ferroviari da e per Milano ed il resto d’Europa
C – TRIESTE: in quanto già all’avanguardia per i collegamenti ferroviari da e per l’Est Europeo

4 – POTENZIARE le AUTOSTRADE DEL MARE

5 – PUNTARE DECISAMENTE (per il trasporto merci aeree) su MALPENSA (agevolando le Compagnie Aeree che decidono di scalare il NOSTRO maggior aeroporto)

6 – PREDISPORRE una CAMPAGNA informativa a favore della vendita FRANCO DESTINO (il trasporto visto come splendida opportunità di sviluppo e non come costo o problema)

Sarà anche vero che REPETITA IUVANT, ma qui altro che REPETITA … qui siamo alle LITANIE (o, come si usa in ambito musicale, all’ AD LIBITUM)

Paolo Federici

2 commenti

Archiviato in Generale

2 risposte a “RIFORMA DELLA PORTUALITA’ E DELLA LOGISTICA

  1. Fabio

    Interessantissimo come sempre il tuo punto di vista Paolo.
    Dubito che i collegamenti ferroviari del nord Italia con Gioia Tauro possano sviluppare questa rotta (mi viene in mente il perenne “lavori in corso” della A3 Salerno-Reggio Calabria. Credo sia piú facile sviluppare feeder con La Spezia e poi da lí collegarsi al nord Italia e resto d’Europa.
    Sono d’accordo al 100% che lo sviluppo di Trieste sarebbe fontamentale come porto per l’Est Europa, peró se aspettiamo ancora un po’ Koper ci sorpassa (se non l’ha giá fatto).
    E in quanto alla promozione del franco destino… beh, scrivendoti dal Perú ed organizzando carichi exw da qui, ovviamente non sono daccordo🙂

    • wow … perfino dal Perù!🙂
      Quanto ai collegamenti GIOIA TAURO-MILANO ti posso dire che una decina di anni fa c’erano dei treni favolosi (noi gestivamo importanti traffici in arrivo dal Giappone e la soluzione via Gioia Tauro con prosecuzione via treno su Milano permetteva di offrire un transit time ridotto!)
      Poi improvvisamente il servizio è sparito!
      Salutoni
      Paolo
      (quanto all’EX WORKS … anch’io sono a favore dell’EX WORKS, ma per le merci da IMPORTARE in Italia! Solo che gli italiani non solo vendono male … ma comprano anche male!)

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...