cosa cambia nel mondo del lavoro

per “aiutare” le aziende ad assumere, la soluzione (grazie al Jobs Act) sembra essere quella di permettere di pagare stipendi “ridotti”.
Ridotti rispetto a chi?
Rispetto a chi, avendo magari dipendenti da dieci o vent’anni, paga tutt’altre somme.
Quindi cosa succede?
Che le aziende che “assumono” oggi si ritrovano avvantaggiate rispetto alle aziende che hanno assunto “ieri”
Il libero mercato dunque fa sì che le “vecchie” aziende non siano più concorrenziali rispetto alle “nuove” (mi sembra evidente che se a me, vecchia azienda, un dipendente costa 3.000, mentre a te, nuova azienda, un dipendente costa 300 euro, io sarò costretto, a breve, a chiudere)
Così il mio ex-dipendente dovrà rivolgersi al mercato dove troverà solo posti a stipendi di molto inferiori a quello cui era abituato.
Ecco dunque che il cerchio si chiude: alla fine le “nuove” aziende assumeranno, a stipendi “ridotti”, i dipendenti lasciati liberi dalle “vecchie” aziende.
E così NON avremo risolto il problema della disoccupazione, ma solo reso tutti più poveri (che poi è quello che è successo in Grecia!), facendo sì che anche i CONSUMI continuino a scendere.
E’ questo che vogliamo?
L’alternativa?
Anziché ridurre gli stipendi (mettendo in concorrenza i “nuovi” giovani che devono/vogliono entrare nel mercato del lavoro con i “vecchi” che non devono/non vogliono accettare stipendi inferiori), bisognerebbe ridurre le TASSE (non solo alle aziende, ma a TUTTI, rendendo così tutti un po’ meno poveri ed aiutando la crescita dei consumi)
Solo se l’economia riprende, le aziende (vecchie e nuove) torneranno ad assumere.
Oggi come oggi l’unica soluzione per stare a galla sembra essere quella di LICENZIARE (chi costa 3.000) per ASSUMERE (chi costa 300).
Ma questa non è una prospettiva di crescita a lungo termine, ma solo una raschiatura del fondo del barile senza scopo.
Paolo Federici

Lascia un commento

Archiviato in economia, Politica, riflessioni

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...