Tasse e benessere

A Singapore si paga il 17 per cento di tasse. Le casse dello Stato sono ricche. Strade, scuole, ospedali … tutto funziona a meraviglia. Il tasso di disoccupazione è sotto il 5 per cento. L’economia è florida. La gente, avendo “soldi in tasca”, spende e spande e la crescita è assicurata.
Stessa cosa a Hong Kong: l’unica differenza sta nelle tasse. A Hong Kong si paga il 16 per cento.
Passiamo in Svizzera? Altro stato “florido”: là si paga il 20 per cento.
Conclusione: il benessere aumenta proporzionalmente con il diminuire delle tasse.
Elementare, Watson.
Paolo Federici
(certo, bisogna poi che le somme incassate dallo Stato siano spese in maniera corretta ed oculata e non disperse o dilapidate come avviene troppo spesso qui da noi!)

Lascia un commento

Archiviato in cultura, economia, Politica, riflessioni

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...