risparmiare, risparmiare … e poi?

ormai tutte le pubblicità puntano ad offrire il prodotto più economico, quello che costa meno.
Tutti vogliono risparmiare.
Il cliente dice: un altro fornitore si fa pagare meno per darmi il tuo stesso servizio, quindi da oggi uso lui. Sai com’è devo risparmiare.
E così tu (azienda) rimani senza lavoro.
A meno che, a tua volta, non cambi i tuoi fornitori andando alla ricerca di quelli che si faranno pagare di meno.
Facciamo un esperimento?
Sostituite a “cliente” la voce “datore di lavoro”.
Ed a “fornitore” la voce “lavoratore”.
Ecco il risultato:
Il datore di lavoro dice: un altro lavoratore si fa pagare meno per darmi il tuo stesso servizio, quindi da oggi uso lui. Sai com’è devo risparmiare.
Capite perché le aziende sono “costrette” a cercare dipendenti che costano sempre meno?
Oppure a licenziare a più non posso!
Proprio perché ad ogni azione (la ricerca continua ed ossessiva del risparmio ad ogni costo) corrisponde una reazione uguale e contraria.
L’operazione intelligente la fece Ford (quello delle auto) che ai suoi dipendenti AUMENTÒ i salari, così che potessero … comprarsi le auto (le sue, naturalmente!)
Se non si inverte il trend, la corsa a ridurre i prezzi (tutti i prezzi, quindi anche gli stipendi) continuerà senza fine.
Tra un po’ saranno i fornitori a pagare i clienti … e saranno i lavoratori a pagare i loro datori di lavoro.
Succede già: nelle spedizioni di merce dalla Cina all’Italia spesso sono i trasportatori a pagare gli esportatori.
Ed in certi ristoranti americani sono i camerieri a pagare per lavorarci.
Il trucco c’è: nel caso delle importazioni dalla Cina il trasportatore poi si rifà a spese dell’importatore. Nel caso dei ristoranti americani, i camerieri si rifanno con le mance.
Come vedete, quella realtà è già tra di noi.
Benvenuti nel futuro.
Paolo Federici

2 commenti

Archiviato in cultura, denuncia, economia, Politica, riflessioni, Trasporti

2 risposte a “risparmiare, risparmiare … e poi?

  1. la Germania ha appena deciso di AUMENTARE i salari.
    Non sarà che la Merkel legga il mio blog?🙂

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...