un aiuto … alla disoccupazione

dunque vediamo: se io ho 10 dipendenti e ne licenzio 5, lo Stato mi “riduce” l’IRAP del 50 per cento. Cioè tra due imprenditori, uno che fa i salti mortali per mantenere TUTTI i posti di lavoro ed uno che “crea” disoccupazione alla grande, lo Stato chi avvantaggia? Il secondo, naturalmente!

Adesso le nuove regole per la cassa integrazione prevedono che se io (imprenditore) negli ultimi mesi ho LICENZIATO qualcuno, posso avere diritto alla cassa integrazione per il personale ancora in forza. Se invece NON ho licenziato nessuno (continuando quindi a fare “sacrifici” per evitare di far lievitare il numero dei disoccupati), non posso chiedere nessuna cassa integrazione.

Quindi (repetita iuvant) ecco ancora una volta dimostrato DOVE lo Stato preferisca distribuire i suoi aiuti e/o ridurre le tasse: a favore di chi licenzia e di chi CREA disoccupazione

Ma che bravi!

Paolo Federici

Annunci

1 Commento

Archiviato in cultura, denuncia, economia, Politica, riflessioni, Trasporti

Una risposta a “un aiuto … alla disoccupazione

  1. Luisa Veronesi

    Siamo ai confini della realtà !!! Ogni giorno di più penso che la soluzione migliore sia emigrare in Australia !

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...