Preventivi … gratuiti!

e anche oggi ho cancellato quel centinaio di mail che non mi interessano proprio. Perdendo un sacco di tempo che avrei potuto destinare meglio. Ormai ho l’incubo di aprire la posta elettronica: per il 90 per cento si tratta di messaggi inutili, di spam, di pubblicità, di proposte irricevibili. Ma anche di “curriculum vitae” (non richiesti) di persone che poi si lamentano se nessuno gli risponde (ahi ahi ahi!).
E meno male che la posta elettronica doveva semplificarci la vita. Invece …
Nel mio lavoro, ad esempio: una volta ricevevo 100 richieste di preventivo (di trasporti internazionali) ed 80 si traducevano in “lavori acquisiti”.
Oggi invece, visto che mandare una richiesta di preventivo NON costa niente e con un unico invio se ne possono chiedere centinaia, lo stesso preventivo (sul quale devo lavorare io) lo ricevono anche centinaia di miei concorrenti. Poi UNO solo “vince” la gara (e questo è nella logica del libero mercato, ci mancherebbe) ma se io LAVORO per preparare 100 preventivi e poi “acquisisco” solo due lavori, è chiaro che in 98 casi ho lavorato “a gratis” …!
La domanda è: è giusto che qualcuno debba LAVORARE senza essere pagato?
Forse dovrei decidermi a farmi pagare anche solo per “elaborare” un preventivo, ma allora nessuno mi manderebbe più richieste.
Mala tempora currunt.
Paolo Federici

5 commenti

Archiviato in denuncia, economia, Idee, Politica, riflessioni, Trasporti

5 risposte a “Preventivi … gratuiti!

  1. Cosa può fare uno spedizioniere per far sì che i clienti non lo considerino alla stregua di un prodotto?
    • cercate di capire cosa tiene sveglio la notte il proprio cliente: aiuta a trovare e fornire soluzioni mirate
    • quando tutto è uguale, l’unica differenza è il prezzo; è così che si diventa un prodotto: non cadete in questa trappola
    • abbracciate in pieno la tecnologia moderna: fax e fotocopiatrici non lo sono
    • compagnie marittime ed aeree (ma anche gli stessi vettori stradali) non sono ai vostri ordini: costruite rapporti di fiducia e rispetto
    • non consideratevi un’azienda che organizza un trasporto da un punto A ad un punto B: ricordatevi che voi vendete soluzioni
    • viviamo in un labirinto di norme: diventate una fonte di informazioni per i vostri clienti
    Gli spedizionieri, da sempre considerati i direttori di orchestra delle spedizioni, devono continuare la tradizione di risoluzione creativa dei problemi.
    Vendere soluzioni, non un prezzo, è una sfida in qualsiasi attività di servizi.
    Ne siamo all’altezza?
    (estratto da un articolo apparso sull’American Shipper del novembre 2012 a firma del direttore dell’associazione americana degli spedizionieri aerei, Brandon Fried)

  2. Paolo Achino

    penso che sia arrivato il momento di chiederLe un preventivo!!!

  3. Paolo, voi avete username/password per accedere al nostro sito web ed i preventivi ve li potete fare da soli🙂

  4. Paolo Achino

    sbagli, non abbiamo un bel nulla, non siamo la sede siamo la filiale
    decentrata, rispetto alla sede siamo concorrenti. Adesso fotografo il mio posto di lavoro…. non si sa mai!!!

  5. ti ho risposto via mail …🙂

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...