Pascoli, solo cent’anni dopo

un fanciullino che non invecchia mai: si chiama Paolo Poli ed oggi celebra un grande poeta, nel centenario della sua uscita di scena, Giovanni Pascoli.
È stata una serata piena di fascino, quella che ho passato l’altra sera al Teatro dell’Elfo, assistendo allo spettacolo intitolato “Aquiloni”.
Paolo Poli ci trasporta in un altro mondo, un altro tempo, quando … c’è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d’antico!
Le melodie pascoliane si alternano alle canzoni da bella epoque.
Paolo Poli è un ragazzino ultraottantenne, capace di declamare decine di poesie senza perdere un colpo.
Saltellante con “oh Valentino vestito di nuovo”, folgorante con “pace fratelli, e fate che le braccia ch’ora e poi tenderete ai più vicini non sappiano la lotta e la minaccia”, tristemente natalizio con “lenta la neve fiocca fiocca fiocca”.
Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti.
Due ore passano fin troppo in fretta, le melodie restano nella testa soprattutto di quelli che, come me, tante di quelle poesie avevano imparato a scuola … quando ancora l’imparare a memoria era in uso.
Vorrei sentirgliene declamare molte altre, più famose (X agosto … Cavallina storna) ma forse, invece, è meglio così: la riscoperta di un grande poeta sta anche nelle sue poesie “minori” e la capacità di un grande artista come Paolo Poli sta anche nel saperle rendere affascinanti con la sua speciale interpretazione.
Se vi affrettate fate ancora in tempo ad andare a vederlo (lo spettacolo resta in cartellone fino al 13 gennaio).
Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Generale, incontri, spettacolo

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...