soste a destino

quando uno spedizioniere gestisce l’esportazione di merce in container, può capitare che, all’arrivo della nave a destino, nessuno si presenti a ritirare la merce e quindi il container vada in sosta. Secondo le normative internazionali le spese di DETENTION (il “fermo” del container, insomma) restano a carico di chi ha “spedito” (quindi lo spedizioniere italiano o il suo mandante). Il problema nasce quando la Compagnia di Navigazione “informa” lo spedizioniere della situazione di sosta del container, dopo un notevole arco di tempo, talvolta anche mesi. Ecco dunque cosa dice la Cassazione con una precisa sentenza:

Sez. 3, Sentenza n. 12888 del 04/06/2009
Presidente: Varrone M.  Estensore: Amatucci A.  Relatore: Amatucci A.  P.M. Destro C. (Diff.)
Ari Srl In Liq. (Di Mattia ed altro) contro Grandi Traghetti Gilnavi Srl (Fogliani)
(Sentenza impugnata: App. Genova, 01/12/2004)

TRASPORTI – MARITTIMI ED AEREI – TRASPORTO MARITTIMO DI COSE IN GENERALE – IN GENERE – Caricamento della merce in “container” locati dal vettore al caricatore – Mancato ritiro della merce – Diritto del vettore al canone pattuito per la locazione dei containers – Sussistenza – Condizioni – Omesso avviso al caricatore del mancato ritiro – Conseguenze – Cessazione del diritto al canone.
  Cod. Navig. art. 450 
  Cod. Civ. art. 1227
  Cod. Civ. art. 1375 
  Cod. Civ. art. 1690
Se il vettore marittimo abbia, in funzione del contenimento della merce da trasportare su commissione del caricatore, locato dei “containers” al caricatore stesso, pattuendo un corrispettivo a tempo fino alla data in cui ne abbia conseguito nuovamente la disponibilità a seguito del ritiro della merce contenutavi da parte del ricevitore nel porto di destinazione e questi ritardi nel ritirare la merce, l’obbligazione del caricatore di corrispondere il canone di locazione (la quale costituisce oggetto di un contratto autonomo e distinto da quello di trasporto, e che pertanto permane in capo al caricatore anche nel caso di girata della polizza di carico) cessa a decorrere dal momento stesso in cui il vettore abbia omesso di dargliene tempestivo avviso, dovendo da allora considerarsi esauriti gli effetti del rapporto locativo.

Magari non lo sapevate!

Beh, adesso lo sapete

Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in avvocati, Trasporti

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...