la pubblicità: anima del commercio?

chi ci conosce sa che il nostro fiore all’occhiello è il servizio groupage import dal Giappone.
Servizio ormai consolidato negli anni con garanzia di arrivi settimanali, trasferimenti immediati su Milano, sdoganamenti tempestivi … e prezzi altamente concorrenziali.
Poi leggo in prima pagina su un giornale a tiratura nazionale la pubblicità di un mio “concorrente” che illustra il suo servizio import dal Giappone,
Solo che … l’informazione non è vera: non esiste nessun servizio, non c’è nessun agente, addirittura viene indicata una compagnia di navigazione che NON ha proprio il servizio dal Giappone ed un transit time assurdamente basso.
Ecco, mi piacerebbe sapere quale valore possa avere una tale pubblicità.
Mi viene in mente una vecchia barzelletta.
Una vecchietta si presenta dal macellaio a comprare la carne e chiede quanto costi al chilo.
Il macellaio risponde: “15 euro al chilo”
“Eh però, il macellaio che ha il negozio qui di fronte la vende a 13 euro al chilo”
Il macellaio, stizzito: “Signora, cosa vuole che le dica? Vada a comprarla da lui!”
“Il problema è che oggi non ne ha …”
“Ah beh – si rincuora il macellaio – allora noi siamo ancora più bravi: quando non ce l’abbiamo, la vendiamo a 10 euro al chilo!”
Chi ha orecchie per intendere intenda
Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Trasporti

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...