La donna dei fiori di carta

l’autore (Carrisi) racconta la storia di un medico, Roumann, che racconta la storia di un misterioso personaggio (che al momento chiameremo “mister “x”, per non rivelare il finale) che racconta la storia di Guzman che racconta la storia di Eva … in un intricarsi e districarsi di connessioni, collegamenti, sovrapposizioni, così che il lettore è avvolto in una cortina di fumo che gli nasconde la verità.
Eppure sembra tutto vero, dalla battaglia sul monte Fumo (strano che il monte si chiami proprio così … in un libro che racconta la storia di un fumatore incallito!) all’attraversamento del dirigibile Hindenburg sopra il cielo di New York (poi Carrisi ci invita ad andare a vedere cosa successe davvero quel giorno e la verità di wikipedia è inquietante: 6 maggio 1937 – Alle 19:25 il dirigibile tedesco LZ 129 Hindenburg prende fuoco e viene completamente distrutto nella Stazione Aeronavale di Lakehurst nel New Jersey).
Anche l’affondamento del Titanic è vero (ne abbiamo parlato quest’anno, celebrando il centenario) mentre la storia di Otto Feuerstein (che Carrisi asserisce essere vera) non trova riscontro nel gran mare di internet.
Ecco dunque che verità e finzione si mescolano piacevolmente arrivando a far dire ad uno dei protagonisti: “la verità non fa per me, però mi piace immaginarla!”
A me, questo libro ricorda molto il miglior Paul Auster (quello dei personaggi che si confondono con l’autore mandando in confusione il lettore) e mi lascia con la voglia di immaginare Isabel.
Che poi Isabel sia il nome di una montagna, questa è tutta un’altra storia.
Il senso del libro si può riassumere in queste poche parole: “per rendere felice un uomo basta offrirgli l’opportunità di raccontare.”
E qui sono tutti, non solo l’autore, dei validi “raccontatori”.
Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in cultura, Generale, Libri, recensioni

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...