grazie, avvocato!

mi è arrivata questa mail:

Sono un avvocato di Milano.

Ho letto le cose a dir poco strampalate che hai scritto riguardo alla giustizia e al presunto incondizionato diritto delle persone di difendersi senza l’ausilio del difensore, questo secondo una tutta tua interpretazione dell’art. 24 della Costituzione Italiana che recita sì che “Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi” ma sottointendendo con la presenza di un avvocato!!! Sono pochi infatti i casi in cui la legge consente al cittadino di difendersi per conto proprio e sono i giudizi innanzi al giudice di pace che non superino i 500 euro e le opposizioni a sanzione amministrativa (volgarmente dette multe).

In ambito penale poi è assolutamente impossibile difendersi da soli (lasciando stare l’america che è un ordinamento giuridico di common law totalmente diverso dal nostro di stampo codicistico). E questo è chiaro: è una questione di tutela stessa per il cittadino che in buona fede ignora l’aspetto prettamente tecnico della legge che è patrimonio solo di chi ha studiato per anni e non di chiunque!!! Che cosa vuoi difenderti da solo se non conosci una emerita minchia di diritto!! Ti faresti solo un danno e basta! L’art. 82 cpc parla chiaro:
(Patrocinio)

Davanti al giudice di pace le parti possono stare in giudizio personalmente nelle cause il cui valore non eccede € 516,46.
Negli altri casi, le parti non possono stare in giudizio se non col ministero o con l’assistenza di un difensore. Il giudice di pace tuttavia, in considerazione della natura ed entita’ della causa, con decreto emesso anche su istanza verbale della parte, puo’ autorizzarla a stare in giudizio di persona.
Salvi i casi in cui la legge dispone altrimenti, davanti [al pretore,] (2) al tribunale e alla corte d’appello le parti debbono stare in giudizio col ministero di un procuratore legalmente esercente; e davanti alla Corte di cassazione col ministero di un avvocato iscritto nell’apposito albo.

Tutt’al più è consentito agli avvocati di rappresentarsi da soli, ma sempre in casi particolari e/o espressamente autorizzati dal giudice,

Art. 86.
(Difesa personale della parte)

La parte o la persona che la rappresenta o assiste, quando ha la qualita’ necessaria per esercitare l’ufficio di difensore con procura presso il giudice adito, puo’ stare in giudizio senza il ministero di altro difensore.

Se sei frustrato perché i tuoi studi non hanno avuto successo non ne puoi fare una colpa a quelli che invece sono arrivati. Si vede che semplicemente tu non avevi le qualità, i numeri per diventare come loro. E’ assurdo dunque che sfoghi la tua rabbia repressa contro con gli avvocati!

Se vuoi un consiglio, cerca di non mettere troppo il naso in cose che non puoi capire in quanto ti mancano le cognizioni tecniche. Abbandona il ruolo del “cittadino tutto fare” e continua a fare il lavoro dell’imprenditore che è meglio…ti consiglierei anche una bella visitina da uno strizzacervelli….

al che mi è sembrato giusto rispondere

grazie avvocato
vedo che hai molto tempo da perdere dietro ai frustrati …
🙂
Ma davvero alle 4.31 del mattino stavi sul computer a scrivere a me!
Complimenti
Paolo Federici
(anche questa della Costituzione “SOTTINTESA” è bellissima. Devo proporla a Silvio!)

poi è cominciato il ping-pong

LUI scrive:

Come vedi per risponderti ho per l’appunto utilizzato la notte e casualmente ovviamente: non ricordo esattamente il motivo per cui mi sia imbattuto nelle tue stronzate! e non ho portato via certo tempo prezioso alle mie giornate lavorative che non avrebbero meritato di essere minimamente intaccate per scriverti.é solo che è più forte di me: quando vedo atteggiamenti assurdi delle persone non riesco a starmene zitto , soprattutto quando vengono dette cazzate gratuite sulla mia professione da dei poveri ignoranti che hanno il coraggio di mettersi spudoratamente in cattedra non avendone minimamente il titolo!!!!

IO rispondo:

vista la mia ignoranza, della quale chiedo venia, mi appello alle tue conoscenze: mi spieghi questa cosa della COSTITUZIONE SOTTINTESA?
Purtroppo il mio Q.I. è solo 147, quindi troppo basso per comprenderla.
Io sono rimasto al testo in EVIDENZA:

“Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi”

Controllando su qualsiasi vocabolario TUTTI … vuol dire TUTTI …
Mi spieghi in quale vocabolario c’è scritto che TUTTI significa TUTTI COLORO CHE HANNO UN AVVOCATO

grazie
Paolo

LUI scrive:

INANZITUTTO NON HO PARLATO DI COSTITUZIONE SOTTOINTESA CHE NON SIGNIFICA NULLA!!!! QUESTO TERMINE LO HAI CONIATO TE MISINTERPRETANDO COME TUO SOLITO QUELLO DA ME SCRITTO: NON è SOTTOINTESA LA COSTITUZIONE MA C’è QUALCOSA CHE IL LEGISLATORE IN PERSONA DELL’ORGANO COSTITUENTE HA SOTTOINTESO MENTRE SCRIVEVA LA COSTITUZIONE E CIOè CHE è VERO CHE LA GIUSTIZIA è UN DIRITTO DI TUTTI ,MA SOTTOINTENDENDO OVVIAMENTE PER LE PERSONE LUNGIMIRANTI E NON OTTUSE CHE SI FERMANO AL SIGNIFICATO LETTERALE DELLE PAROLE CHE OVVIAMENTE SE IN ITALIA è PREVISTO L’INTERVENTO OBBLIGATORIO DELL’AVVOCATO CHE RAPPRESENTA GLI INTERESSI DELLA PARTE ASSISTITA , CHE NECESSARIAMENTE (AL DI FUORI DEI CASI DA ME Già ELENCATI) CI VOGLIA UN AVVOCATO PER POTERSI DIFENDERE!!!!!!!!!!!!!! E’ CHIARO ADESSO? IL TUO QUOZIENTE è RIUSCITO A PERCEPIRE???

IO rispondo

quindi (a domanda, risposta … grazie”) nella COSTITUZIONE ITALIANA non c’è scritto che ci vuole l’avvocato, giusto?

Comunque nella mia vita ho trovato GIUDICI che mi hanno permesso di difendermi da solo e GIUDICI che (per casi analoghi) invece non me l’hanno permesso

Quindi se è sottinteso che ci vuole l’avvocato è poi sotto-sottointeso che è lasciato al giudice di “permettere” che qualcuno si difenda da solo (visto che me l’hanno permesso, significa che è permesso! O sbaglio anche in questo caso!?)

Comunque 147 di Q.I, non è malaccio, dai!

🙂

Paolo

LUI scrive

Ti ripeto, la legge dice così!!!!!!!nei giudizi civili può capitare in rari casi con l’autorizzazione del giudice che si possa intervenire nei giudizi da soli senza l’ausilio di un avvocato (oltre nei casi espressamente previsti dalla legge già da me elencati), ma sono casi rari, anche perché chi non può permettersi l’avvocato può essere ammesso al gratuito patrocinio a spese dello stato!!! Quindi perché rischiare di difendersi da soli senza possedere le appropriate conoscenze tecnico giuridiche quando ci si può benissimo farsi difendere da un avvocato a spese dello stato?? Ricapitolando nel tuo libretto hai scritto un’emerita cazzata..ti consiglierei di ritirarlo perché fai la figura di uno con quoziente intellettivo 0 e non 149. E a parte tutto dubito che uno come te che ha scritto quelle puttanate possa avere qi 149. Ciao e ripeto a ciascuno il suo mestiere..ti pregherei di non interferire più col nostro lavoro e soprattutto di metterti in cattedra senza titolo.

IO rispondo

dunque stai dicendo che ho ragione io?
Che se il Giudice autorizza, uno può difendersi da solo!
Grazie … uno a zero e palla al centro!

Quanto al “perché rischiare di difendersi da soli” … io rispondo “perché affidarsi ad un avvocato al quale bisogna spiegare cose che magari nemmeno capisce quando invece si può spiegare tutto direttamente al giudice?”
In effetti io so che quelle volte che c’è stato di mezzo un avvocato ho perso le cause e quando mi hanno autorizzato a difendermi da solo le ho vinte: ci sarà un motivo, no?

Quanto al Q.I. non ho mai detto di avere 149 … (in effetti ho solo 147)
Spiace notare che un avvocato perda due punti così facilmente

Alla prossima
Buona notte
Paolo Federici

LUI scrive

Non ho più intenzione di perdere il mio tempo pr
ezioso con un malato mentale.

IO rispondo

non mi sembra di averti mai chiesto di dedicare il tuo “prezioso” tempo alla questione
🙂
Comunque grazie per il prezioso materiale che mi hai fornito: mi servirà per un nuovo capitolo della mia “saga”
Paolo Federici

Annunci

4 commenti

Archiviato in avvocati

4 risposte a “grazie, avvocato!

  1. anonimo

    Paolo, mi sento "vecchio" per andare in guerra con te !!!!

    cmq ti ammiro !!!

    Dario

    • Caro Paolo, consentimi la familiarità perchè sono più vecchio di te ma non mi ci sento come Dario. Anche la vecchiaia è un’ opinione per cui credo di poter “guerreggiare” insieme a te contro gli avvocati maleducati come il tuo interlocutore , nonchè i giudici che che condannano chi non porta o non manda l’ avvocato a difesa. Sono stato condannato , in Camera di Consiglio perchè, pur avendolo dichiarato nel reclamo , mi hanno contestato l’ assenza dell’ avvocato perchè in un contenzioso per motivi di lavoro è possibile evitare il difensore solo se la causa ha un valore superiore a 129 €. La mia , fra l’ altro, era per motivi di salute contro la ASL che mi negava la libera scelta del medico di fiducia. Mi sono “ribellato”, ovviamente ma non ancora riesco a risolvere. Ti farò sapere come andrà a finire.Se sarà il caso ti chiederò anche aiuto. Intanto complimenti per le tue risposte educate e logiche ad un avvocato che probabilmente non avrà nessuno da difendere a causa della sua presunzione. Anch’io come te dirigo un giornale on-line per dire cose che altri non dicono. Dagli uno sguardo e fammi sapere se condividi. Potrebbe nascere una collaborazione contro gli stupidi e presuntuosi.
      Per chiudere: il problema del procuratore a difesa comunque esiste anche se ci soo giudici intelligenti come quelli di cui hai fatto cenno. Occorre proporre na modifca ragionata dei Codici. Ci si può pensare.
      Un caro saluto con l’ augurio di buon lavoro.
      Nicola Scipione

      • caro Nicola, con un cognome come il tuo non potevi che essere un lottatore!
        🙂
        Benvenuto nella grande famiglia degli illusi e disillusi che lottano contro i mulini a vento (il nostro protettore è San Chisciotte)
        Darò un’occhiata al tuo sito.
        Alla prossima

  2. Alex Alex

    Da quello che ne ho capito vivendo all’estero, La Giustizia italiana non è fatta per il cittadino,. Forse solo per dare da mangiare agli avvocati ? o, ai Giudici; ? Qualcuno di voi sa come vengono pagati i Giudici? Mi è stato detto che hanno un salario di base più un bel premio secondo il numero di procedure? A chi conviene moltiplicare il numero di procedure?
    la gioia di entrambi nel moltiplicare il numero di procedure, (opposizioni, reclami, un giudice che smentisce l’altro, a volte lo stesso giudice che smentisce se stesso con sentenze contraddittorie….). Il gioco sembra piacere molto a difensori, controparte e giudici, tutti complici ai danni dell’unico che paga: l’usufruitore di un servizio che dura anni. Essi non hanno premura di far funzionare la Giustizia, ma sono esperti di inghippi per allungare le procedure.
    Mi sembra indispensabile lottare perchè ci sia un servizio consumatori che sia in grado di difendere gli interessi dei cittadini contro ogni abuso; Il servizio consumatori (che nessuno finanzierebbe) potrebbe appoggiarsi sul volontariato e delle associazioni ( almeno dei giovani disoccupatii, ma laureati e competenti) al fine di creare un luogo dove gli abusi possono essere individuati e contrastati.

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...