Il pescatore di tonni

Il pescatore di tonnila fretta è ormai la compagna della nostra vita.
Ritrovarsi a vivere nella lentezza è una sensazione antica, ma totalmente nuova (per noi).
Antica perché un tempo tutto veniva fatto con calma, ragionando sui significati, centellinando i momenti, assaporando le emozioni.
Nuova perché con l’avvento del “tutto e subito” la fretta ha preso il sopravvento.
Quindi riscoprire il piacere della lentezza è anche la scoperta di un piacere quasi dimenticato.
Per leggere un libro lungo come questo (sono poco più di duecento pagine) di solito mi bastano due o tre giorni. Questa volta invece, volutamente, ci ho impiegato due settimane.
Fermandomi spesso su singole parole o su intere frasi (a meditare, come facevano i nostri padri leggendo Dante o Manzoni), immedesimandomi nel mondo dei pescatori di Favignana, entrando a far parte della loro vita, gustando i loro cibi, visitando le loro case, sentendo sul viso gli spruzzi dell’acqua del mare di Sicilia.
Raffaele (in questo non ha perso l’abitudine) infila citazioni, estrapolate chissà dove, nella storia.
Arrivando ad un simpatico duetto fatto di domande e di “non” risposte.
Con chi?
Ma con lui, no!
Lui chi?
Oh, allora … leggete il libro.
Se vi dicessi tutto io, perdereste il piacere della lettura, della scoperta, dell’emozione, dell’antica sensazione di lentezza.
Fuggite anche voi dalla fretta: diventate un pescatore di tonni!
Paolo
p.s.: l’angolo del quiz:
(1) non viene indicata alcuna data, quindi mancherebbe la collocazione temporale della storia. Però c’è un indizio: l’anno che il Torino perse lo scudetto per un punto!
(2) in certi momenti sembrerebbe autobiografico: poi il dubbio diventa certezza (ti chiamavano … Nas’i pipa, naso di pipa … insomma per la forma della tua proboscide)?!
(3) qual è il dipinto? “Michelangelo ne sarebbe stato affascinato, fosse passato da quelle parti ne avrebbe lasciato traccia da qualche parte. E chissà che non l’abbia fatto davvero.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in incontri, recensioni, riflessioni

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...