Attesa per le operazioni di carico e scarico

dunque, dopo anni ed anni di discussioni, incontri, relazioni, progetti, audizioni, dibattiti, confronti, convegni, riunioni, rapporti, resoconti, pianificazioni, prospetti … finalmente “habemus papam”: è uscito il decreto che regolamenta i tempi di carico e scarico!
Cosa mai sarà?
Elementare, Watson: quando un camion si presenta a caricare (o scaricare) merce, il “committente” deve fare in modo che l’attesa non si protragga oltre le due ore, altrimenti dovrà pagare una penale.
Che io abbia bisogno di caricare 1.000 cartoni di articoli in plastica dentro un container da 40′ piedi (movimentando quindi 1.000 colli, per almeno una quindicina di tonnellate ed un volume di 60 metri cubi) oppure che io abbia bisogno di caricare solo 10 articoli di plastica pesanti 15 chili, sempre due ore di tempo/attesa avrò …!
E se i 1.000 cartoni ce li ho suddivisi in 5 diversi magazzini, che succede?
Che le ore diventano 10 (due ore per ogni PUNTO di carico!)
Quando poi devo incaricare un trasportatore di ritirare un container in porto e la “dogana” lo ferma per un controllo che magari dura quattro ore, devo sempre pagare io (senza, naturalmente, potermi rivalere sulla dogana!)
E se chiedo al trasportatore di presentarsi ad un orario preciso, e lui invece arriva due ore dopo che succede? Diventa obbligo del trasportatore rimborsarmi il tempo di attesa? (Magari avevo incaricato una cooperativa di stivatori per caricare un container e loro vanno pagati anche se stanno fermi ad aspettare). NO, la risposta è “NO”: se tardo io, sono io devo pagare, se tarda lui … io allora non ho diritto a niente!
E se, dopo essere arrivato in ritardo, l’autotrasportatore perde il diritto al carico (perché, ovviamente, ci sono altri camion “prenotati” per le ore successive) e quindi rimane in attesa ben oltre le due ore di franchigia, dovrò sempre essere io a pagare per le soste? Quindi pagando DUE volte, una per la “sosta” degli operai ed una per la “sosta” del camion. Per una colpa che assolutamente non ho!
E se vi dicessi che sono anni che pago le SOSTE agli autotrasportatori che rimangono in attesa per tempi “lunghi” (solo che una volta la franchigia era di quattro ore, poi portata a tre … e adesso scende a due!). Cioè: il mercato già si è auto-regolamentato!
Per non parlare della questione “carico”: se il camion rimane in attesa tre ore e poi in un’ora lo carico, sono responsabile per UN’ORA di sosta (visto che l’attesa consentita è di DUE ore e non tre). Ma se, viceversa, quel camion rimane in attesa solo un’ora e poi per caricarlo ci metto cinque ore, allora nessuna sosta è dovuta. Cioè, nel primo caso il camion è rimasto DENTRO il mio magazzino per QUATTRO ore (e devo pagare un’ora di sosta) mentre nel secondo caso è rimasto dentro per SEI ore (ma NON devo pagare niente).
Ricordate la storia della valigia “rossa” di Malpensa? Quella che “cominciava a girare” decretando la fine del tempo di attesa dei bagagli in aeroporto (poi non importava se le altre arrivavano un’ora dopo!). Succederà lo stesso con i magazzini della grande distribuzione? Aprono il camion, scaricano un pallet e poi lo fanno aspettare sette ore, e allora la legge sarà rispettata e nessuno avrà di che reclamare.
Ci sono terminal dell’interno (gli interporti) disposti a stare aperti 24 ore: se il terminal chiederà ad un trasportatore di presentarsi alle 3 di notte, così da programmare i carichi nell’intero arco del giorno ed evitare qualsiasi attesa, come pensate che risponderà quel trasportatore?
Insomma, alla fine questa è una legge che non solo NON serve a niente, ma darà del lavoro agli avvocati ed aiuterà ad intasare ulteriormente i tribunali italiani.
Complimenti agli estensori della legge: adesso è tutto chiaro!
L’UCAS (Ufficio Complicazioni Affari Semplici) ha colpito ancora
Paolo Federici
(p.s.: la legge parla di attese nei porti e negli interporti, ma NON negli aeroporti! E pensare che è proprio negli aeroporti dove si fanno le file più lunghe per consegnare/ritirare le merci)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in economia, riflessioni, Trasporti

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...