solo chi non fa, non sbaglia!

un centinaio di autori partecipa ad un concorso letterario
Per una svista, parte la stessa mail per tutti comunicando la vincita del concorso
Nel giro di 24 ore, accortisi dell’errore, gli organizzatori mandano una seconda mail a tutti scusandosi per l’errore ed informando che a breve saranno comunicati i nominativi dei veri vincitori.
E allora si scatena la protesta degli esclusi.
C’è chi, credendo di aver vinto, aveva già offerto champagne a tutti.
Chi si sente colpito nel suo ego (dopo l’esaltazione per la vittoria, ecco la tragedia della sconfitta).
Chi mette in dubbio la credibilità della giuria.
Per un qualche strano motivo sono anch’io in copia a tutte le mail (anche se NON ho partecipato al concorso, quindi quando mi è stata comunicata la vincita ho capito subito trattarsi di un errore)
Quando gli organizzatori si scusano per l’errore capisco che hanno inviato la mail a tutti coloro che nel corso degli anni si sono iscritti al concorso (quindi anche a quelli come me, che avevano partecipato qualche anno fa …).
In fondo si tratta di un comprensibilissimo errore (nell’era di internet digitare una mail e poi premere il tasto “invia a tutti” è una cosa che sarà capitata chissà quante volte).
Ma l’ego degli “scrittori” non si placa: si va da chi minaccia azioni legali, a chi chiede ulteriori chiarimenti sulla dinamica dell’errore, a chi sospetta “pastette” e perplessità.
Intanto mi si sta intasando la casella di posta perché continuo ad essere “in copia” a tutti i messaggi.
Fortunatamente c’è anche qualcuno che comincia a ragionare e scrive: “Ritengo si possa archiviare la questione senza troppa polemica perché in fondo è stato un errore in buona fede. Il mio ego sopravviverà e mi auguro anche il Vostro”, “Anche io faccio parte del gruppo dei ‘finalisti per un giorno’ ma decisamente sto sopravvivendo all’evento alla grande”, “Ogni giorno subiamo delusioni o veniamo premiati dalla vita, ma come dice il tema di tale concorso “la storia continua”, la splendida storia d’una capacità che va esercitata ogni giorno, una passione che di certo non è fine a se stessa”
E voi, che ne dite?
Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Libri

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...