il ricatto? Approvato dal Tribunale!

Se qualcuno vi ricatta, non vi resta che subire.
Se vi opponete al ricatto, il Tribunale vi darà torto.

A me è successo.

I fatti? Eccoli:
mia madre ha ottantadue anni e vive in un appartamento all’ultimo piano. C’è stata un’infiltrazione d’acqua al piano di sotto. Sopra c’è il suo terrazzo. Su quel terrazzo, da una ventina d’anni, c’è una veranda. Secondo il vicino, del piano di sotto, l’infiltrazione nasce “sotto” la veranda. Quindi la veranda va ABBATTUTA per fare le riparazioni. Secondo mia madre (e secondo me!), visto che la veranda è stata costruita a tenuta stagna, l’infiltrazione nasce dal bordo esterno della terrazza (esattamente dal canale di scolo). Facciamo fare i controlli tecnici ed abbiamo ragione noi.

Ed a questo punto cosa succede?
Il vicino (supportato anche dal condominio) decide che noi dobbiamo COMUNQUE abbattere la veranda per fare le riparazioni “SOTTO LA VERANDA”!
Ma quali riparazioni? Se abbiamo “dimostrato” che non ci sono infiltrazioni che partano da sotto la veranda!

Ed allora, sapendo che mai e poi mai avrebbero potuto costringerci ad abbattere la veranda per riparare una perdita che non c’è, scatta il RICATTO: “se non abbattete la veranda e non fate le riparazioni, noi vi facciamo causa perché la veranda era stata costruita senza l’approvazione di tutti i condomini e quindi va abbattuta!”

Voi, al mio posto, cosa avreste fatto?
Avreste subito il ricatto?

Beh, io no.

Ed infatti ci hanno fatti causa.
Ed infatti il giudice ha stabilito che non ci sono infiltrazioni attribuibili alla veranda. Quindi NON dobbiamo abbattere la veranda per fare alcuna riparazione.
Però, allo stesso tempo, ci ha CONDANNATO ad ABBATTERE la veranda in quanto era stata costruita senza l’autorizzazione di tutti i condomini.

I ricattatori hanno vinto.

Per legge.

Paolo Federici

nota bene: anni fa avevamo anche PAGATO il condono per essere in regola con i permessi comunali!
Quindi non solo si tratta di una veranda che è lì da vent’anni, non solo a suo tempo i condomini erano stati tutti avvisati e nessuno si era espresso contro (confidando sulla buona fede, non ci eravamo premurati di farci autorizzare per iscritto!), non solo l’allora amministratore era a conoscenza della cosa e ci aveva detto che non c’era problema … ma poi per essere in regola al 100 per cento avevamo anche fatto, appunto, il condono.
Ma contro la cattiveria umana, non c’è nulla da fare.

Annunci

1 Commento

Archiviato in denuncia, giustizia

Una risposta a “il ricatto? Approvato dal Tribunale!

  1. aggiornamento:
    – da un sacco di tempo NON ci sono più perdite SOTTO la veranda
    – le perdite ci sono state DALL’ALTRA parte del terrazzo, dove sono stati fatti i lavori … a dimostrazione che la VERANDA è a tenuta PIU’ stagna che non laddove hanno fatto i LAVORI (mia madre STAMATTINA ha parlato con l’inquilina del piano di sotto che le ha CONFERMATO che sotto la veranda NON ci sono più perdite ormai da lunghissimo tempo, da quando erano stati fatti i lavori sulla CANALA … a dimostrazione che la perdita NON dipendeva dalla veranda. In compenso sono riprese le perdite DALL’ALTRA PARTE DEL TERRAZZO … proprio in questi giorni anche a seguito delle forti piogge)
    – a mia madre PIOVE in casa perché i lavori fatti SUL TETTO sono stati fatti alla c…o (venerdì ho chiamato l’amministratore che mi ha detto che mandava SUBITO a vedere, ma fino ad ora – ho appena parlato con mia madre – non si è presentato nessuno)
    Dire che sono schifato è poco. Qui abbiamo un’accusa – c’era una perdita SOTTO la veranda – che si è rivelata NON vera. Non c’è MAI STATA nessuna perdita sotto la veranda. Anzi la veranda è sigillata talmente bene che è una GARANZIA contro qualsivoglia infiltrazione. Tanto è vero che laddove hanno invece fatto i lavori … adesso ci sono le perdite. SE dovessimo fare i lavori sotto la veranda andremmo a PEGGIORARE la situazione, visto quello che sta succedendo laddove i lavori sono stati fatti.
    Detto questo, il condominio si è intestardito aprendo una causa perché la messa in opera della veranda “NON ERA STATA AUTORIZZATA”
    Nonostante siano passati 20 anni. Nonostante sia stata “condonata”. Nonostante non dia fastidio a nessuno.
    E’ solo CATTIVERIA e basta.
    Ed il giudice che fa?
    Gli da ragione ….
    Ma che schifo, veramente: CHE SCHIFO!
    Paolo Federici

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...