dolo & colpa grave

quando, tanti anni fa, diedi l’esame di diritto privato, la domanda “clou” era stata quella sulle differenze tra dolo e colpa grave.
Perché le differenze ci sono eccome, e sono sostanziali.
Ed io ne conoscevo, in dettaglio, le differenti caratteristiche.
Però il tempo passa e la storia cambia: oggi, assistendo ad un convegno su assicurazioni e trasporti, vengo a sapere che in caso di danni alle merci sono sempre più i casi in cui la colpa grave viene equiparata al dolo.
Chiaramente se c’è dolo (quindi se un danno lo causo volutamente o se una merce la rubo proprio io) l’assicurazione non mi rimborserà il danno.
Nel mondo dei trasporti ci sono i casi di colpa grave: lasciare il camion incustodito, permettendo così ai ladri di avere vita facile, è considerato “colpa grave”, quindi l’assicurazione non rimborsa (non rimborsa il proprietario del camion che invece dovrà, pagando di tasca sua, rimborsare il proprietario della merce).
Potremmo discutere per ore se davvero essere derubati debba considerarsi una colpa (ormai stiamo stravolgendo la realtà: la colpa non è del ladro, ma la colpa “grave” è della vittima del furto!), ma ormai questo è l’andazzo.
Solo che spesso diventa colpa grave l’essere derubato anche se il camion è dotato di antifurto, magari satellitare. Anche se è parcheggiato in un’apposita piazzola custodita …! Se in quella stessa “piazzola” sono già avvenuti dei furti, il giudice riterrà essere colpa grave l’aver parcheggiato proprio lì.
E chi sorride sotto i baffi sono le compagnie assicurative che, dopo aver incassato i premi, non sono tenute a rimborsare i danni, perché (ormai l’avete capito) la colpa grave è equiparata al dolo.
Ma il bello viene quando una partita di merce viene smarrita.
L’assicurazione ti assicura contro lo smarrimento … ma poi, nei fatti, se la merce si smarrisce e tu NON PUOI DIMOSTRARE dove si sia smarrita, ecco intervenire la “colpa grave” ed il defilarsi del rimborso.
Ma – dico io – se una merce si smarrisce, è implicito che io non sappia dove si sia smarrita. Se lo sapessi andrei laddove è avvenuto lo smarrimento e recuperei la merce, o no?
Quindi da una parte pago (un premio assicurativo) per tutelarmi nel caso di smarrimento della merce.
Dall’altra devo sapere che non otterrò mai e poi mai alcun risarcimento perché smarrire la merce è una colpa grave, quindi divento io colpevole di “dolo”.
E da cornuto finisco anche mazziato.
Vale davvero la pena continuare a pagare le Compagnie Assicurative per assicurare qualcosa che non ci sarà mai rimborsato?
Io sono un po’ stufo di essere preso in giro.
Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in avvocati, giustizia, riflessioni, Trasporti

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...