lo Stato legifera ma poi ci impedisce di fare quanto disposto

ecco due esempi eclatanti relativamente al pagamento dei diritti doganali:

secondo la LEGGE è possibile pagare in ritardo, aggiungendo gli interessi (ecco il comunicato appena ricevuto)
Dogane – Differito doganale – E’ stato innalzato allo 0,731% (in precedenza 0,323%) il tasso di interesse annuo per il pagamento dei diritti doganali oltre il trentesimo giorno; il nuovo tasso resterà in vigore nel II semestre 2010 (dal 13 luglio 2010 al 12 gennaio 2011) – D.M. 28.7.2010 su G.U. n. 208 del 6.9.2010.

secondo la LEGGE è possibile pagare con bonifico bancario
DECRETO 5 febbraio 2010 – Pagamento o deposito dei diritti doganali mediante bonifico bancario o postale. (10A01870)

Ma poi, nei FATTI, entrambe le operazioni sono “impossibili” (il Ministero delle Finanze ha diramato una circolare – la n.233 del 19/12/2000 – con la quale ufficialmente fornisce chiarimenti: in pratica rende inattuabile la legge). Insomma, una cosa è certa: una legge (la 213/2000) non può essere disattesa da una circolare, ma così è e nessuno interviene.

Incredibile, vero?

Paolo

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in dogana, economia, Trasporti

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...