VOTAZIONI & RISULTATI

no, non vi parlo delle elezioni!
Ma del comportamento anomalo di tanti italiani di fronte alla richiesta di “VOTARE”.
Ecco la storia: la scuola (del mio paesello) ha indetto un concorso per premiare i migliori disegni tra centinaia realizzati dagli alunni ed esposti nel salone.
Durante la serata dedicata alla musica (gli alunni cantavano e suonavano per quello ormai noto come “saggio di fine anno”) abbiamo invitato i genitori a VOTARE tre disegni: i tre che ritenevano migliori!
Perché tre?
Perché se ogni genitore avesse potuto votare solo UNA VOLTA, quasi certamente ognuno avrebbe usato “IL” voto a favore del proprio figlio (insomma se avessimo concesso un solo voto a testa, facilmente ci saremmo trovati con un’enormità di opere votate una sola volta, o al massimo due!).
Invitando a votare TRE disegni, abbiamo pensato che gli altri DUE voti avrebbero potuto “confluire” davvero sulle opere migliori ed arrivare così a decretare il vincitore.
Trattandosi di un “concorso” alla buona, non c’erano schede vidimate, controllo sui voti, registrazione dei votanti.
C’erano dei semplicissimi “post it” sui quali bastava scrivere il NUMERO identificativo del dipinto prescento.
Poi i “post it” dovevano essere infilati in una scatola predisposta per la raccolta.
Insomma tutto era lasciato all’onestà intellettuale dei papà e delle mamme.
Bene, lasciatemi dire che la “calligrafia” è un qualcosa che contraddistingue ognuno di noi.
Vedere TRE voti “scritti” con la stessa calligrafia ed assegnati a tre diversi dipinti ci ha fatto pensare che il “sistema” funzionasse.
Vedere DODICI voti “scritti” con la stessa calligrafia ed assegnati sempre allo stesso dipinto ci ha fatto pensare alla furbizia tutta italiana di voler fa vincere “quel” dipinto a tutti i costi.
Identificare “quel” dipinto votato 12 volte dalla stessa persona, ci ha fatto anche capire chi fosse il “furbissimo” genitore che sperava di truccare le elezioni (sport tanto amato anche a livelli ben più alti!).
Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in riflessioni, scuola

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...