Continua lo shopping, in Italia, da parte dei gruppi esteri

acquisito dai francesi anche BSL (Bertola Servizi Logistici)
solo pochi giorni fa scrivevo un articolo dal titolo: Milano, terra di conquista

2 commenti

Archiviato in riflessioni, Trasporti

2 risposte a “Continua lo shopping, in Italia, da parte dei gruppi esteri

  1. anonimo

    PAOLO ………….. A TE ED AGLI ALTRI CHE RESTATE ……… PERCHE' IL BUCC HA DECISO DI MOLLARE, PER RAGGIUNTI LIMITI DI ETA' ….. DOPO 51 ANNI NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI.

     

    AL DI LA' DEL FATTO CHE TRENITALIA …….. NON STO A RIPETERE QUELLO CHE TU GIUSTAMENTE SCRIVI, RIMANE ANCHE DA DIRE CHE LA PIU' PARTE DEGLI IMPRENDITORI ITALIANI NON SONO, SECONDO ME, LUNGIMIRANTI.

     

    QUASI TUTTI PREFERISCONO PRIVILEGIARE IL RAPPORTO IMMEDIATO CON IL DENARO, PIUTTOSTO CHE CON IL LAVORO; LAVORO CHE, SE BEN GESTITO, PORTA GIOCOFORZA ANCHE GLI UTILI ……. O NO?

     

    CIOE', VUOI DIRE CHE IN ITALIA NON CI SIA STATO NESSUN IMPRENDITORE DEL NOSTRO SETTORE INTERESSATO ALLA BERTOLA? ……… FORSE SI', MA PROBABILMENTE LA VOLEVANO ACQUISIRE PER UN COCOMERO ED UN PEPERONE.

     

    E' CAPITATO ANCHE A ME ….. HO MESSO SUL MERCATO LA BIZETA SPEDIZIONI DA TEMPO …. TANTI CONTATTI ….

     

    QUASI TUTTI MI HANNO ALLA FINE RISPOSTO ……. ''SI' IL PREZZO (NON FISSATO DA ME, MA DA SOCIETA' DI CONSULENZA CHE FANNO QUELLO DI MESTIERE E SUL QUALE HO FATTO DEGLI ABBATTIMENTI … ANCHE IMPORTANTI)

    E' GIUSTO ….. PRENDO LA BIZETA, MA ME LA DEVE REGALARE'' ….. TI RENDI CONTO? …………….

     

    MAGARI ALLA BERTOLA SARA' CAPITATA LA STESSA COSA ED ALLORA ………. ED ECCO ALLORA I COQ FRANCESI ………….

     

    LA BIZETA SPEDIZIONI E' ANCORA SUL MERCATO, ANCHE SE QUALCHE TRATTATIVA CON AZIENDE ITALIANE E' IN CORSO …. SE SI FACESSE AVANTI LO STRANIERO ….. STAI TRANQUILLO CHE ANCH'IO CAPITOLERO'.

     

    ED ALLORA LA FANTASIA ITALIANA DI GESTIONE SARA' ASSORBITA DALLA TEUTONICA RIGIDITA' OPERATIVA, PIUTTOSTO CHE RUSSA O MEDIORENTALE.

     

    UN ESEMPIO PER TUTTI: NEL 1977 ACQUISII UN IMPORTANTE TRAFFICO DI MERCE ITALIANA CHE ANDAVA IN MEDIO ORIENTE …… INFINITI CONTAINERS 20' BOX …… PERCHE' IO RIUSCII A DIMOSTRARE ALL'ESPORTATORE FRANCESE (ERA QUINDI UNA TRIANGOLAZIONE) CHE LA DITTA PRESSO LA QUALE IN QUEL MOMENTO LAVORAVO SAREBBE RIUSCITA A CARICARE 1000 PEZZI DI MATERIALE IN 30 CONTAINERS, MENTRE IL MIO CONCORRENTE, SPEDIZIONIERE FRANCESE SENZA FANTASIA ….. NE VOLEVA CARICARE 33 ……

     

    VENNERO AFFETTUATE DUE SPEDIZIONI DI PROVA …..IO CARICAI IN 30 CONTAINERS …. IL CONCORRENTE IN 33.

     

    INDOVINA CHI ACQUISI' IL TRAFFICO.

     

    ———–> SE TU FOSSI A CONOSCENZA DI CASE DI SPEDIZIONE ITALIANE CHE VOLESSERO ESPANDERSI ….. O DI DIPENDENTI DI CASE DI SPEDIZONE CHE VOLESSERO METTERSI IN PROPRIO …….. LA BIZETA SI OFFRE!

     

    ED ANCHE, SE TU POTESSI FARMI IL REGALO DI METTERLO NEL TUO BLOG …………… VE DI TU …….

     

    IL BUCC VUOLE SMETTERE.

     

    CIAO.

    BUCC

  2. PaoloFederici

    da SHIP2SHORE (quasi una risposta al mio articolo!)

    Bertola ricomincia da tre
    Dopo la cessione di BSL a Geodis, le strategie del gruppo lombardo vertono su logistica, immobiliare e consolidamenti marittimi

    Nella famiglia Bertola non è stata digerita benissimo la maniera in cui è stata divulgata, e soprattutto interpretata, la notizia della cessione di un ramo d’azienda alla multinazionale francese Geodis, dietro cui operano le ferrovie francesi (S2S n. 10/2010). “Il mercato non ha recepito in maniera corretta il messaggio. Non c’è stata alcuna resa allo straniero né abbiamo abdicato imprenditorialmente, tanto che provvederemo a reinvestire al più presto il ricavato della vendita. BSL pesava per circa un terzo di un fatturato di gruppo che si aggira intorno ai 180 milioni di euro” precisa l’amministratore delegato Elia Bertola, il maggiore dei quattro fratelli, che divide il suo tempo tra la sede ad Assago Milanofiori e la centrale operativa della logistica a Piacenza. “Abbiamo fatto da sempre della logistica, prima ancora delle attività, in cu siamo entrati più di recente, come quelle di spedizionieri, consolidatori e di sviluppatori immobiliari e costruttori (coi march Vailog ed Engineering 2K), ambito quest’ultimo nel quale mi permetto di dire che siamo leader in Italia; e così continueremo a fare anche nell’immediato futuro. Giova ricordare a chi se lo è dimenticato che mio padre Fabrizio ha inventato la parola ed il concetto di logistica ante litteram a fine anni ’60, fondando nel 1968 un gruppo (FBH ovvero Fabrizio Bertola Holding) che oggi opera su più fronti. Siamo imprenditori nell’accezione autentica del termine, dunque abituati a vendere e comperare società ed attività senza quasi battere ciglio, laddove cogliamo delle opportunità sia in fase di cessione che di acquisizione. Nella storia del gruppo – che sintomaticamente si autodefinisce Innovation Provider, ndr – abbiamo venduto 5 società e ne abbiamo acquisito qualcuna di più, dunque nulla di strano nella cessione appena avvenuta di BSL, che comprende magazzini, personale, mezzi ecc. Ed anche questa volta non c’è nessuna intenzione di tesaurizzare il ricavato della vendita (sulla cui entità Bertola mantiene riserbo, ndr). Diciamo che abbuiamo venduto bene non solo a livello di quantificazione finanziaria; ha giocato un ruolo decisivo anche il nome dell’acquirente, la Geodis, con cui siamo già partner in qualità di fornitori di servizi logistici e con cui contiamo di sviluppare ulteriore business”.
    L’attività ceduta si dipana su 305.000 mq. di aree coperte occupate dove operano 750 addetti tra diretti e indiretti, nei siti di Pavia, Novara, Castel San Giovanni (Piacenza) – di gran lunga il maggiore con ben 170.000 mq – e Arquà Polesine (Rovigo), con società proprie; Pratica di Mare (Roma) e Napoli rispettivamente con le società partecipate Tiesse Roma Srl ed Hand Power Srl.
    Nel suo breve excursus l’imprenditore ricorda che Sittam – poi ceduta a Ceva – era stata acquisita negli anni Novanta. E dopo l’attività spedizionieristica è arrivata quella, funzionale nella catena del trasporto, di consolidatore, con diversi marchi acquisiti. Proprio il filone del groupage marittimo è uno di quelli che stanno attualmente più a cuore a Bertola; tali attività vanno sotto il cappello della IWC di Melzo, affidata al manager e socio Filiberto Metta – da qualche anno uscito da Kuehne & Nagel Italia con un’interruzione del rapporto di lavoro piuttosto brusca – nonché le società ad essa collegate. Mentre l’ambito logistico contempla – non toccate dalla cessione di BSL a Geodis – EL.CAR. SpA di San Nicolò di Rottofreno (Piacenza), attiva nella movimentazione e stoccaggio delle merci quale concessionaria della tedesca Still; B&C Swiss Logistics & Transports di Stabio (Como) e CLASS Company Logistic Associated, operativa nella gestione di magazzini, con circa 29 milioni di euro di fatturato nel 2009. Altre partecipazioni di FBH sono quelle in Astrim, la prima ‘Company Care’ italiana, ed E-Care, provider di soluzioni di business.
    “Ci crediamo molto, sebbene l’attività di NVOCC, come tutte le altre branche economiche del resto, non abbia certo vissuto un periodo brillante. Penso che continueremo a crescere nel consolidamento, con uno sviluppo più organico che non tramite ulteriori acquisizioni, anche se, da bravi imprenditori, abbiamo sempre un occhio sul mercato, dunque non si può mai dire; qualunque opportunità potrebbe essere colta, di sicuro continueremo ad investire senza esitazioni!”
    Secondo fonti interne alla categoria lo shopping attuato nel segmento da Bertola è stato peraltro meno redditizio delle premesse. Nella rete sono rimasti solo alcuni pesci, e non tutti di grande dimensione: Combimar & Agemar, che sarebbe stata pagata 6 milioni di euro; CFG Overseas, pagata 2 milioni di euro ed ICS Italian Consolidation Service, società creata ad hoc prelevando anche personale manageriale ex-Confreight.
    Ma sarebbe discutibile, sempre secondo certi operatori, l’approccio al mercato, con quotazioni talvolta non allineate alla concorrenza; manovre peraltro giudicate non ancora redditizie a livello di profitti per le tre aziende del ramo NVOCC di Bertola.

    Un passato da spedizionieri, un futuro nel real estate

    A fine 1997 A.L.S. Advanced Logistics Services Spa di Zibido San Giacomo (Milano), società che faceva capo alla famiglia Bertola, aveva acquistato da Logitalia Gestioni Spa (la vecchia Gottardo Ruffoni Spa) – controllata per il 66% da Evoluzione ‘94 Spa e col 34% dal Fallimento Tripcovich – il controllo di S.I.T.T.A.M. Spa di Milano, spedizioniere che vantava all’epoca un fatturato consolidato di 52 miliardi di lire (125 miliardi comprese le società cedute in affitto al Gruppo G.T.A., in seguito alla crisi finanziaria, poi sfociata in fallimento, della Tripcovich).
    Ma se quella di spedizionieri si può considerare una parentesi ormai conclusa, per FBH il presente e futuro prossimo si chiama real estate. Un filone nel quale il cavalla di battaglia è certamente la società Vailog, recentissimo oggetto di alcune manovre finanziarie di rilievo.
    Per la precisione, a fine febbraio di quest’anno Fabrizio Bertola, con la sua Parval Srl, insieme ad altri due soci (Kairos Partners Sgr Spa e Fabio Bonati), ha riportato sotto il 2% la quota detenuta nel capitale di Realty Vailog – società quotata alla Borsa di Milano dal giugno 2006 con una capitalizzazione di 60 milioni di euro, leader in Italia nello sviluppo immobiliare nei settori della logistica, della rigenerazione urbanistica e dell’investimento immobiliare – permettendo ad Industria e Innovazione Spa (I&I) di salire dal 24,6% al 60,3%, così ponendo le premesse per la confluenza di quest’ultima società nel suo azionista di maggioranza, compresa la modifica della denominazione sociale.
    Infatti contestualmente l’assemblea straordinaria degli azionisti di Realty Vailog aveva approvato il progetto di fusione per incorporazione di Industria e Innovazione Spa, con un rapporto di con cambio pari a 333 azioni ordinarie Realty Vailog per ogni 1.000 azioni ordinarie di I&I. L’azionista di riferimento ha così potuto lanciare una OPA Offerta Pubblica di Acquisto, finanziata dal Monte dei Paschi di Siena tramite MPS Services, volontaria e totalitaria non finalizzata al delisting, ad un prezzo di 2,5 euro per azione su una società il cui patrimonio immobiliare un anno fa era pari a 160 milioni di euro prima dell’alienazione (per 32 milioni) lo scorso settembre della Adriatica Turistica.
    Da questa turbine finanziario ancora in fieri – il completamento della procedura di fusione tra I&I e Realty Vailog è prevista per il secondo trimestre del 2010 – è scaturita appunto Vailog S.r.l., la società attiva nel settore immobiliare che fa capo alla famiglia Bertola, acquisita con un’operazione di management buy-out (Parval è controllata da Fabrizio Bertola,che era Presidente del CdA).
    Dal 2004 Vailogi ha sviluppato ed affittato 600.000 mq di infrastrutture logistiche, per un valore di 320 milioni di Euro, e dal 2006 è entrata in nuovi mercati esteri (Romania, Olanda e Cina), mentre sono in fase di esplorazione il Maghreb e la Turchia. Tra le realizzazioni più importanti vi sono la storica prima locazione a Bologna nel 2003, la più grande locazione in Italia (73.000 mq a Giochi Preziosi nel CSG di Castel San Giovanni, attualmente il più grande e moderno parco logistico in Italia) nello stesso anno, il primo sviluppo con DEKA – il più grande fondo immobiliare tedesco – nel 2004, lo sviluppo con LaSalle Investment Management nel 2006, la prima locazione in Cina (800.000 mq con Australia’s Toll Group nel 2007; va notato che nel 2009 il Parco Logistico di Songjiang si è classificato al quarto posto tra i migliori 50 in Cina) e la gara vinta per UPIM nel 2008. Lo scorso giugno Vailog ha iniziato una costruzione ad Almere (Amsterdam) per 20.000 mq pre-locati a Geodis. Tra i maggiori progetti in Italia vi sono – oltre a quello piacentino – i magazzini di Anagni (Frosinone), Bologna, Magenta (Milano) e Rovigo. 

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...