siediti … e aspetta

dice un vecchio adagio cinese: “siediti sulla riva del fiume e aspetta: vedrai passare il cadavere del tuo nemico”
Secondo me, basta anche che ci si metta sulla ripa dei monti … qualcosa succederà!
Beh, adesso vado a sfogarmi in una “sana” partita a calcetto, dove non esistono colpi proibiti.
In fondo, anche la vendetta è un piatto che va mangiato freddo (ma come sono profondi i miei pensieri, stasera!).
Paolo

Annunci

5 commenti

Archiviato in Generale

5 risposte a “siediti … e aspetta

  1. PaoloFederici

    madonnina santa, che velocità ….
    (questa poi … ve la spiego!)

  2. anonimo

    c’era una volta un omino che pensava di essere un grande saggio ed invece di sedersi sulla RIPA dei MONTI, dove l’aria è pura e limpida e VALE la pena di osservare il RIO che da li sgorga garrulo, limpido e pulito, sedeva sul bordo del fiume, dove l’aria era mefitica e inquinata da cadaveri di nemici che passavano, passavano, passavano … silenziosi, senza sosta e soluzione di continuità.
    erano, nella fantasia dell’omino, i cadaveri di tutti quelli che tramavano nell’ombra per fargli del male, portargli danno e strappargli ciò che gli era più caro.

    ma non era quello il vero motivo che spingeva l’omino a starsene seduto lì tutto il santo giorno: in riva al fiume, l’omino colmo di FEDE nelle sue idee, vicino al RICIne e alla malva, vedeva la sua immagine riflessa nell’acqua. era quello il motivo che lo spingeva a starsene seduto vicino al liquido elemento !
    guardare la sua immagine riflessa che, come narciso, sembrava dirgli: come sei bravo, come sei intelligente, come sei creativo, come sei capace di comprendere il mondo ed i suoi misteri, come sei forte e deciso nel giudicare gli altri. l’omino credeva così di essere un grande uomo, in grado di spiegare a tutti come gira il mondo.

    peccato che questo suo specchiarsi e rimirarsi gli nascondesse un’altra grande verità: quello che succede non sempre è colpa degli altri, ma molto, molto e troppo spesso è causato dalla persona che più vicina ti siede: te stesso. allora, invece di aspettare per mangiare vendette fredde (a cui è senza dubbio alcuno preferibile il roast beef), forse sarebbe stato meglio se l’omino avesse curato di più il mondo reale che gli era vicino. forse – e diciamolo sempre questo forse, perchè solo il vero saggio non crede mai che ciò che afferma sia la verità assoluta – forse, l’omino, così facendo non avrebbe vendette da consumare nei confronti di nessuno. perchè nessuno gli ha fatto del male, ma il male se lo è fatto da solo.

    buona partita a calcetto paolo. divertiti.

  3. PaoloFederici

    grande Valerio, complimenti!Un saluto da Narciso

  4. anonimo

    hai saputo? 

  5. PaoloFederici

    insomma…. è finita come doveva finire!Ormai da mesi continuavo a scrivere articoli "accusatori" contro la politica suicida di qualche azienda del nostro settore.Se una mela marcia fa marcire tutto il cestino, il rischio era proprio quello di trovarci "tutti" ad inseguire la prassi delle tariffe offerte in perdita."Ma perché – continuavo ad interrogarmi – qualcuno vuole farsi del male? Solo per aumentare i "volumi"? Ha senso aumentare i volumi per aumentare le perdite? E' meglio gestire poco traffico guadagnandoci oppure controllarne tanto perdendoci?"La risposta non è così ovvia.Ogni tanto qualche genio si affaccia sul mercato inventando nuove politiche aziendali che portano la società per la quale lavora a farsi del male da sola.Quando poi la proprietà (quelli che devono mettere mano al portafoglio per rimediare ai guai causati dai super-pagati manager!) si decide ad intervenire e cambiare politica (e cambiare management!) è sempre troppo tardi.Avanti il prossimo.

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...