La Giustizia del Sangue

La giustizia del sangueBarbara Risoli: tutte le sue “commedie” funzionano e hanno la magia per farsi realtà!
Si comincia con un matrimonio felice e fastoso.
Ma solo dopo poche pagine cambia la data (sono passati tre anni) e all’improvviso tutto è diverso: Eufrasia e Venanzio (gli sposi) sono in rotta, quasi non si rivolgono la parola da più di un anno, ognuno pensa ai fatti propri.
C’è solo un vago accenno a due aborti (spontanei).
Possibile che siano “quelli” la causa della rottura dell’idillio tra i due?
Eppure l’amore traspare in ogni loro gesto, in ogni loro sguardo, in ogni loro pensiero.
La verità è molto più profonda: Eufrasia continua a provare il rimorso (quello che al giorno d’oggi manca a tanta gente) per qualcosa fatto tanto tempo addietro.
E allora vive alla ricerca dell’auto-punizione e dell’espiazione.
Poiché però non si può cancellare il passato, una specie di “missione impossibile” rivolta al futuro è quella che le ridà la speranza di superare il dolore.
La storia, quella vera, entra prepotentemente nel romanzo.
Siamo al tempo della Rivoluzione Francese ed assistiamo, in diretta, alle atrocità di quel periodo.
Ma anche viviamo il tentativo di liberare l’ultimo erede del re di Francia.
Quel bambino passato alla storia con il nome di Luigi XVII.
Personaggi realmente esistiti si mescolano con i personaggi creati dall’autrice in un avvicendarsi di fatti che tengono il lettore incollato alle pagine.
Realtà e fantasia si confondono: tutto diventa magico.
E, come nella favole, c’è anche il lieto fine.
(Sempreché nel prossimo libro della trilogia, Barbara non si diverta a cambiare ancora le carte in tavola).
Non ci resta che attendere e sperare.
Intanto non posso che complimentarmi per un romanzo davvero bello, con un consiglio all’autrice: continua così, l’appuntamento con il successo non potrà mancare.
Paolo Federici

Annunci

1 Commento

Archiviato in Libri, recensioni

Una risposta a “La Giustizia del Sangue

  1. RisoliBarbara

     Tutta presa a ‘gasarmi’ in giro per il mondo per questo commento inaspettato (ti conosco e so che non sei tenero), l’ho letto anche ai vicini di casa… mi son dimenticata di ringraziarti anche qui. Lo faccio adesso, le tua parole saranno la mia bandiera nella promozione che farò quando uscirà. La copia firmata? APPROVED! Ci mancherebbe…

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...