c’è un giudice che mi cerca!

è arrivata una telefonata in ufficio di un fantomatico giudice ***** che chiedeva di me!

Ha chiesto alla mia centralinista il mio numero di cellulare … e lei si è fatta scrupolo di chiamarmi.

"Paolo, ha chiamato il giudice ***** per una questione tua privata … mi ha chiesto il tuo numero di cellulare!"

"Daglielo, ci mancherebbe …! Anzi, dammi il numero che lo richiamo io"

"il numero è ***** … ed il giudice ***** è una donna"

"OK adesso chiamo"

Sentire che c’è un giudice che ti cerca, oggi come oggi qualche perplessità la fa nascere.

Cominci ad interrogarti: cosa potrà volere? Cosa posso aver combinato? Magari c’è qualche irregolarità aziendale …!

Chiamo ma il numero è occupato.

Resto in attesa.

Finalmente squilla il mio telefono.

"Sono il giudice *****. Noi ci occupiamo di assistenza a chi ha problemi di debiti e possiamo aiutarla a ridurre il suo debito …"

Non la lascio finire!

"Ma lei come si permette? Primo, io non ho debiti di nessun genere. Poi non capisco a che titolo lei si presenti come GIUDICE lasciando intendere che ci sia qualche problema con la giustizia quando invece sta solo cercando di vendermi qualcosa …"

"Beh è sempre utile sapere che lei può contare su un gruppo di giudici che …"

"No guardi, lei sta sbagliando alla grande. Io non ho bisogno di giudici, non ho bisogno di favori, non ho bisogno di nessuno. E lei non ha il diritto di chiamare, chiedere il mio numero di cellulare, spaventare il personale della mia azienda – è chiaro che quelli sentendo che c’è un giudice che mi cerca penseranno chissà cosa – solo per venirmi a fare delle proposte commerciali. La saluto"

Poi però … ho deciso che dovevo saperne di più! 

Insomma, ho fatto la "iena"

Ho richiamato e chiesto del giudice *****, usando il massimo della gentilezza e dicendo che mi aveva cercato.

Una solerte signorina mi ha chiesto come mi chiamassi ed io mi sono inventato un nome.

Ha scartabellato ma evidentemente non ha trovato il mio nome.

Io ho fatto lo gnorri:

"senta, non so cosa dirle … mi avete chiamato voi"

"beh allora le spiego …"

e giù la tiritera: siamo un nuovo studio legale che si occupa di ridurre i debiti

L’ho interrotta:

"scusi, ma a me avevano detto che mi aveva cercato il giudice *****"

"Il giudice si è ritirato dall’attività ed è ora nostro collaboratore"

"Ah"

"Come le dicevo noi siamo lo studio ***** e sul nostro sito trova tutte le informazioni"

E mi da l’indirizzo del loro sito web.

"Se lei ha dei debiti con dei creditori noi possiamo aiutarla a cancellare i debiti pagando solo una parte delle somme dovute ed evitando che possa essere attaccato il suo patrimonio"

"Beh .. può essere interessante. Ci darà un’occhiata"

Insomma questi spaventano la gente facendo il nome di un giudice e poi ti propongono qualche trucchetto più o meno legale per NON pagare i debiti!

Ma che bravi!

Paolo
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in avvocati, economia, giustizia, riflessioni

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...