Il cammello e le vergini.

The Syro-Aramaic Reading of the Koran il cammello che non riesce a passare per la cruna di un ago, in effetti è una gomena.
Un errore di traduzione ha reso assurdo un esempio facilmente comprensibile.
Gesù parlava a dei pescatori, sulla riva del lago ed indicando quelle grosse corde d’ancoraggio (le gomene, appunto) fece il famoso esempio: “è più facile che una di quelle grosse corde passi per la cruna di un ago …” etc etc
Beh, qualcosa di analogo “pare” sia successo anche con la traduzione del Corano e la storia delle 72 vergini che attendono i giusti in Paradiso.
Lo spiega Christoph Luxenberg nel suo libro “The Syro-Aramaic Reading of the Koran”, quando dice:
“Partiamo dal termine ´huri´, per il quale i commentatori arabi non hanno saputo trovare altro significato se non quella delle vergini paradisiache. Ma se si tiene conto delle derivazioni dal siro-aramaico, quell´espressione indica ´uva bianca´, che è un elemento simbolico del paradiso cristiano, richiamato nell´ultima cena di Gesù. C´è anche un´altra espressione coranica, erroneamente interpretata come ´i fanciulli´ o ´i giovani´ del paradiso: essa in aramaico designa i frutti della vite, che nel Corano vengono paragonati alle perle.”
Sembra, dunque, che si tratti di 72 acini d’uva …!
E adesso, chi glielo dice ai kamikaze?
Paolo

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in denuncia, Libri

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...