SOTTOCOSTO & IMMORALITA’

un’azienda che lavora in perdita NON può che fallire. Questa è una delle poche certezze dell’economia.

Quindi vendere SOTTOCOSTO non è – matematicamente – possibile.

A meno che …

Eh sì, ci deve essere il trucco.

Se io compro qualcosa pagandolo 100 euro e poi lo vendo a 90 euro … devo "spiegare" dove vado a prendere i 10 euro mancanti!

Insomma, nessuno – che mi risulti – è in grado di stampare moneta (salvo stampare moneta falsa!).

Allora vediamo da dove posso far saltare fuori quei 10 euro di differenza?

(1) vendendo altri prodotti che costano 100 … a 120 (così quei 20 di differenza mi servono, in parte, per recuperare i 10 della perdita!)

(2) chiedendo al fornitore … uno sconto a posteriori (non sarei il primo!)

(3) tagliando sui costi di gestione (insomma: licenziando! Non è che serva ad evitare la perdita … ma sicuramente la riduce)

(4) aspetto i vostri "suggerimenti" e le vostre considerazioni

A me vengono in mente solo soluzioni che hanno una cosa in comune: sono IMMORALI, perché nascondono una verità "spiacevole" dietro un invito allettante.

Come sono immorali le pubblicità che incitano la gente a giocare al lotto (ad esempio) dove per uno che vince ci sono migliaia che perdono.

Come sono immorali le pubblicità che invitano a risparmiare (comprando magari prodotti cinesi … anziché italiani: se poi le aziende italiane chiudono, chissenefrega!)

Come sono immorali le "promesse" degli investitori (chissà perché mi viene in mente Pinocchio e le sue disavventure con il gatto e la volpe. Madoff, vi dice niente!?)

Eppure si continua a cercare il prezzo più basso in tutte le cose, così come si cerca il miglior profitto sugli investimenti, senza voler capire che i soldi NON si moltiplicano e non crescono sugli alberi.

E pagare MENO è solo un modo di mettere in moto una ruota per cui quel "meno" ce lo ritroviamo quando siamo noi a dover incassare (infatti anche gli stipendi pagati sono sempre meno … ed i disoccupati sempre di più).

Pensare di prelevare MENO soldi da una tasca quando si paga ed inserire PIU’ soldi nell’altra tasca quando si incassa … è matematicamente inverosimile.

Almeno, cerchiamo di rendercene conto.

E non facciamoci prendere in giro.

Paolo Federici

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in economia, riflessioni, Trasporti

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...