CDC: Come Dio Comanda

aiuti alle piccole e medie imprese
si continua a leggere sui giornali DUE cose basilari:
(1) che se l’economia italiana “tiene” è solo grazie al lavoro delle piccole e medie imprese
(2) che lo Stato si sta dando da fare per “aiutare” proprio le piccole e medie imprese
E’ vero, lo Stato ha emanato una legge che, eliminando la Commissione Massimo Scoperto, “aiuta” le aziende a non dover subire lo strozzinaggio delle banche.
E allora le banche ne hanno inventata una nuova: adesso addebitano una nuova “tassa”, che chiamasi CDC: Corrispettivo Disponibilità CreditiziaRappresenta la remunerazione accordata dalla Banca per la messa a disposizione dei fondi indipendentemente dall’effettivo prelevamento della somma. La percentuale del Corrispettivo Disponibilità Creditizia è calcolata secondo criteri di proporzionalità, espressi con valori percentuali decrescenti rispetto all’importo degli affidamenti concessi ed alla loro durata. I valori del Corrispettivo Disponibilità Creditizia sono espressi su base annua e troveranno applicazione pro quota ad ogni liquidazione trimestrale delle competenze
Fatti due conti … oggi le aziende pagano DI PIU’ alle banche che non quando c’era la CMS (Commissione Massimo Scoperto)
Insomma, una cosa sono le parole e le promesse e gli annunci.
Un altro sono i fatti: NON solo lo Stato non ci aiuta, NON solo lo Stato ci tartassa con tasse assurde ed inique, ma adesso ci pensano anche le banche ad aiutarci … sì, ma “ad affondare” prima!
Paolo
(beh, in fondo le banche applicano alla lettera l’antico adagio: “fatta la legge trovato l’inganno”)

Annunci

2 commenti

Archiviato in economia, Politica, riflessioni, Trasporti

2 risposte a “CDC: Come Dio Comanda

  1. anonimo

    Paolo
    come dice Marzullo
    si faccia una domanda e si dia una risposta
    Quando mai i ricchi hanno aiutato i poveri?
    Ci sono esempi che solo chi non conosce la storia dei potenti e dei monarchi crede
    ai sorrisi a 32 denti
    Ciao purtroppo possiamo solo sfogarci con chi ci capisce
    per il resto, e tutto fiato sprecato.
    Lucia

  2. anonimo

    Prendo al volto la tua richiesta ed eccoti i miei commenti per ogni punto:
    1) Nel nostro settore le piccole e medie imprese, se non ricordo male o non sono aggiornato, sono quelle aziende fino a 250 dipendenti. Ecco… se si vuole ringraziare qualcuno, almeno ci si rivolga a quelle società che al max. arrivano a 50 dipendenti.
    2) Le banche… parliamoci chiaro: ognuno di noi si rivolge a quella banca o a quella filiale del gruppo in particolare perché ha l’amico che gli fa delle condizioni migliori. Se non fosse così credo che molti di noi avrebbero dovuto abbandonare la propria attività imprenditoriale.
    Ciao
    Marco

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...