state cercando il prezzo più basso?

in questo momento lo sta facendo anche chi deve avvalersi dei “vostri” servizi!
Quindi, non lamentatevi quando qualche vostro cliente vi dirà che vi lascia per affidarsi ad un vostro concorrente … “perché con lui spendo meno!”
Pensate che la stessa sorte è già toccata a qualche vostro fornitore (che avete lasciato per utilizzare servizi “più a buon mercato”)
Pensate che la stessa sorte, prima o poi, toccherà anche a lui (anche il vostro cliente, insomma, ha dei clienti che, a loro volta, stanno cercando il prezzo più basso e quindi lo abbandoneranno per favorire qualcun’altro).
La ruota gira, gira e coinvolge tutti, ma proprio tutti.
Continuando così, dove andremo a finire?
Dovremo tutti vendere i nostri servizi … a gratis!
O forse, fare come i cinesi, che già da tempo vendono i loro servizi “in negativo”!?
Non lo sapete?
Il NOLO da pagarsi per spedire un metro cubo di merce da Shanghai a Genova è “MENO 113 DOLLARI AL METRO CUBO”!
Cioè … è il trasportatore che paga l’esportatore e non viceversa.
E allora?
Forse è, semplicemente, arrivato il momento di invertire il trend!
Invece che cercare il prezzo più basso … cominciate a cercare il servizio migliore.
Forse troverete nuovi clienti perché il vostro servizio è “migliore”.
Forse troverete nuovi fornitori perché il loro servizio è “migliore”.
Forse la ruota comincerà a girare in senso inverso e finalmente ci sarà la ripresa.
Ma se non si cambia mentalità e non si dà inizio al nuovo “trend”, il futuro che ci aspetta è solo quello di una desolazione assoluta … dove assisteremo a continui licenziamenti (altrimenti, come fanno le aziende a ridurre i prezzi di vendita!?) ed a continui cali di prezzi per merci e servizi che però poi nessuno potrà più comprare.
Paolo Federici

Annunci

8 commenti

Archiviato in Trasporti

8 risposte a “state cercando il prezzo più basso?

  1. anonimo

    Aspetto La tua chiamata, nel frattempo a proposito di wais, e del mensa dall’88, …….. cito virgolettato tuo post “insomma, ha dei clienti che, a loro volta, stanno cercando il prezzo più basso e quindi lo abbandoneranno per favorire qualcun’altro).” dov’è l’errore. Accademia della crusca di sicuro!!!! poi, ultimo ma non ultimo, della serie se non si ha idee si plagia, cito Shakespeare, “siamo fatti della stessa sostanza dei sogni” però sei un grande, almeno cerchi fonti di autori di “seconda fascia” quasi sconusciuti. Tornando al tecnico, nolo negativo 113 usd, mi dici se tu lo paghi o dici hai tuoi agenti cinesi ” no io in questo schifo non voglio entrarci!!” la coerenza è merce rara di questi tempi! good bye intelligentone.

  2. PaoloFederici

    caro “anonimo”
    qualcun’altro si scrive senza apostrofo!? Ebbene sì, quando sbaglio … lo ammetto!
    (Scrivere di getto fa fare errori!)
    Anche “sconusciuti” !!!
    Ovviamente il nolo di meno 113 NON LO PAGO ed a tutti gli agenti cinesi che me l’hanno proposto ho sempre risposto “no, in questo schifo non voglio entrarci”.
    Quanto al mio aforisma, so che non lo crederai … ma quando lo scrissi non sapevo che ne esistesse uno “simile” (e, comunque, diverso!).
    Buona serata
    Paolo
    (anche “se non si ha idee si plagia” è sbagliato! Dovè l’errore?)

  3. anonimo

    “ha dei clienti…..” cazzo “a” senza “H”, porca puttana!!!! ma dico…… non conoscere Shakespeare!!! non ti credo, trattasi di furbata, variare il più famoso aforisma e appropriarsene………… e no, non va bene così………… se per i noli è vero quel che dici allora perchè sull ppd addebiti costi locali da usura come tutti gli altri consolidatori?
    bye bye, have a nice day…………

  4. anonimo

    dimenticavo, io posso scrivere con un italiano approssimativo, io non scrivo libri, io non mi spaccio per letterato, io non faccio l’intelletuale. Perdona la mia pochezza. Addio.

  5. PaoloFederici

    caro anonimo,
    HA voce del verbo avere … si scrive con l’acca!
    “il vostro cliente, insomma, ha dei clienti che, a loro volta, stanno cercando il prezzo più basso”
    🙂
    Quanto a Shakespeare, è davvero così grave ammettere di NON conoscere una sua frase, seppur famosa?
    Non ci sono domande facili e domande difficili, ci sono risposte che si sanno e risposte che non si sanno!
    E’ vero, non scrivi molto bene l’italiano … tanto è vero che “pò” lo scrivi con l’accento!
    Le mie spese a destino sono PIU’ basse di quelle della mia concorrenza, proprio perché io – sul prepagato – NON accetto di pagare ristorni esagerati.
    Ma questo, lo sai benissimo, solo che ti piace la polemica perché c’hai le mani sporche di marmellata.
    Paolo

  6. anonimo

    p’ò, si scrive così ma è considerato arcaico, pò (poco) è ora convenzionalmente accettato, il periodo in effetti prevede “ha” voce del verbo avere, ma in tal caso devi rivedere la punteggiatura, perchè il periodo è costruito male.
    la punteggiatura va volte salva la vita! certamente saprai la novella ……. grazia, impossibile condannarlo! // Grazia impossibile, condannarlo!
    si certo il mio italiano è quello che è….. cosa ci vuoi fare…………. beato te, certo che copiando si incorre raramente in errori ortografici, ma spesso in figuracce. Tante care cose, ora questo giocattolo mi ha stufato, non mi interessi più, sei noioso………….. la migliore delle giornate possibili. (ho verificato delle spedizioni identiche in kgs-cbm. origine, etc, fatte da diversi consolidatori, ecu line, fortune, combimar, combiline, devo dire che in effetti il tuo costo è tra i più bassi, addirittura dello 0,5%.
    I risultati sul mio blog (ti manderò il link a.s.a.p.) con tanto di fatture e documentazione comprovante. Addio!

  7. PaoloFederici

    caro Anonimo,
    beh, ognuno si diverte come può!
    Da 15 anni chiedo, ai clienti che “contestano” i miei prezzi, di farmi avere la PROVA che per analoghe spedizioni hanno davvero pagato meno … con l’impegno a STORNARGLI la differenza rispetto alla mia fattura.
    Nessuno (e ripeto NESSUNO) è mai riuscito a provare di aver speso meno.
    Questo mi fa pensare che molti amino contestare per il gusto di contestare, te compreso.
    Aspetto di conoscere il link al tuo blog … che NON mi manderai perché NON hai il coraggio di venire allo scoperto!
    Paolo

  8. PaoloFederici

    qualcuno comincia a capire che tra LAVORARE PER PERDERE e NON LAVORARE … è meglio la seconda:
    click
    Paolo

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...