le meditazioni del capitano

Captain FORTUNEmolti dei consolidatori nostri concorrenti CONTINUANO A RIDURRE I PREZZI … continuano a lavorare per perdere … prima o poi CHIUDERANNO per fallimento, o no?

Ma la colpa di chi è?

Dei clienti che chiedono di pagare sempre di meno?

O di chi, pur di fare il lavoro, sa combattere la concorrenza SOLO abbassando il prezzo … senza nemmeno curarsi di quali siano i “suoi” costi!

Certo che se poi – in questa corsa al ribasso – loro avranno difficoltà a pagare i propri fornitori, penseranno “chissenefrega”! Tanto in Italia anche se un creditore ti fa causa, se ne parlerà fra dieci anni (ah, se questa è giustizia!).

Per cui chi ci rimette, alla fine, sono solo le aziende serie, quelle che fanno i prezzi di vendita tenendo ben presenti i costi di acquisto, quelle che ancora sanno fare due più due uguale a quattro, quelle che onorano i propri debiti pagando tutti i fornitori, nessuno escluso.

Ma ormai l’abbiamo capito, essere onesti e corretti in questa società completamente marcia serve solo a scatenare l’ironia dei furbi.

E sono tanti anche quelli che pensano: “che scemo quello là, pensa che addirittura è uno che paga le tasse!”

E’ vero, i nostri servizi costano qualcosa di più di analoghi servizi offerti dalla concorrenza … ma ci sono cose che solo noi vi diamo in cambio:

– abbiamo uno speciale servizio web all’avanguardia (tramite il nostro sito internet si possono controllare le tariffe e le partenze, gli arrivi e le news, le normative e la rete di agenti, etc etc)

– quando arriva merce destinata ad un qualche importatore noi lo chiamiamo e gli chiediamo “chi è il tuo spedizioniere?” e poi dialoghiamo solo con lo spedizioniere (altri consolidatori invece mandano l’avviso di arrivo merci riportando le somme dovute e dialogano direttamente con il ricevitore). Quando tu (sì, TU che leggi) hai perso un cliente perché qualche mio concorrente te lo ha portato via … magari starai ancora pensando di aver fatto un affare risparmiando qualche euro affidandoti a lui! Senza invece capire che ti sei allevato una serpe in seno.

– siamo stati i primi consolidatori (non solo in Italia, ma in tutta Europa) ad ottenere la certificazione AEO, rilasciata dalle Agenzie delle dogane. Questo dovrebbe essere una ulteriore garanzia, se ancora ce ne fosse bisogno, della serietà ed affidabilità che ci contraddistingue

– chi ci chiama (sia che si tratti del reparto commerciale, che dell’operativo export, oppure dell’operativo import, o anche della contabilità) da molti anni (in alcuni casi più di 15) parla SEMPRE con le stesse persone. Questo significa che ogni nostro cliente è seguito in maniera altamente personalizzata, senza che debba districarsi nel cercare di capire chi possa essergli di aiuto.

– stiamo attivando la POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA: questo ci permetterà di dare le massime garanzie ai nostri clienti, quando ricevono nostre comunicazioni.

Insomma, noi cerchiamo sempre di fare qualcosa di più per permettere ai nostri clienti di usufruire di servizi sempre più validi.

Doverci scontrare con il ritornello “ma quell’altro consolidatore mi fa di meno” … è una cosa che ci demoralizza non poco.

Meditate gente, meditate.

Paolo Federici

Annunci

21 commenti

Archiviato in Trasporti

21 risposte a “le meditazioni del capitano

  1. anonimo

    Per evidenziare la propria bravura non serve screditare i concorrenti. Ciascuno offre al mercato i prezzi che ritiene siano per lui piu’ corretti ed adatti alla propria politica aziendale.
    Se i vostri sono piu’ alti di quelli dei Vs concorrenti…meditate, meditate!

  2. anonimo

    Leggo con interesse, dissento per le seguenti ragioni:
    la riduzione dei noli ha comportato l’inevitabile riduzione dei re-found ai corrispondenti esteri, la spese locali (anzi, le rapine locali) sono diminuite. Da qui la riduzione delle tariffe. Forse qualcuno non si rassegna a guadagnare un pò meno a causa della crisi. (un fatto è che in una dinamica di crisi i prezzi crollano)
    Poi,……….ma…………..pensare che chi applica tariffe concorrenziali, a volte straordinariamente concorrenziali, per forza di cose non onori i fornitori, agisca in maniera torbida, evade il fisco,………… bhe sotto il profilo della comunicazione mi pare un errore strepitoso, Caro Federici, non publicizzi la sua azienda tirando badilate di merda con illazioni nude di significato, addosso alla sua concorrenza, provi a pensare che magari sono più bravi, che forse hanno tariffe invitanti anche se in perdita perchè hanno la disponibilità finanziaria per poterlo fare e una volta passata la crisi potranno godere di un’anagrafica clienti aggiornata e fidelizzata, insomma un’azione commerciale che come tutte le azioni commerciali ha un costo, in questo caso il costo è intrinseco alla presunta perdita.
    Mi dispiace vedere una news letter come la sua, non credo che lei non dia grano ai suoi corrispondenti per la merce cif, non credo che lei esuli dalle dinamiche che regolamentano questo mercato. La smetta di fare la vergine sedotta, publicizzi la sua azienda per qunato lavora bene, per il valore aggiunto che lei da alla sua clientela, per la professionalità sua e del suo staff. Vedrà che si troverà meglio, la concorrenza se sbaglia prima o poi fallirà e le azienda sane come dice di essere la sua avranno ancora più margine di mercato. Il solito vizio italiano di guardare al verminaio altrui senza sollevare il proprio zerbino.
    La sua letterina la trovo un’autorete commerciale, se qualcuno abbocca, se qualcuno la troverà degna di appeal, bhe, quelli sono i clienti che lei merita.
    Buona giornata, e si faccia un corso di comunicazione, anche a dispense, anzi no, non lo faccia, non ci privi della sua innata comicità involontaria.
    Con pochissima stima, meno del minimo sindacale.
    Cordialmente

  3. anonimo

    Un raro esempio di pubblicità progresso!!! bravo!!! la prossima com’è sarà? non usate quello o quell’altro perchè secondo gli stuti lombrosiani incarna il prototipo del delinquente?! bha, ognuno è contento di mettersi le palle in una tagliola da solo. Comunque bravo!!! Bell’esempio di imprenditore!!!

  4. PaoloFederici

    noto con piacere che NESSUNO si firma!
    🙂
    Almeno io il coraggio di dire quello che penso ce l’ho!
    Che poi ormai si sia tutto ridotto solo ed esclusivamente ad una questione di prezzo dove il resto passa in secondo piano, mi sembra una affermazione incontestabile.
    Paolo Federici

  5. PaoloFederici

    vorrei aggiungere: i commenti numero “2” e numero “3” sono stati fatti dalla stessa persona (visto che provengono dallo stesso numero di “IP”!).
    🙂
    Qualcuno che si è sentito toccato su un nervo scoperto?
    Mah!
    Paolo

  6. anonimo

    questo piange e fotte!!!

  7. anonimo

    questo sta a guardare gli IP!!! al wais forse arriva a -10!!! magari un giorno spiegate all’uomo multitask la storia degli IP dinamici e non…….. poi come il miglior politico (sarcastico!) riesce a mistificare anche l’evidenza, nessun nervo scoperto tranquillo.

  8. PaoloFederici

    caro “2”, “3”, “7” e “8”,
    visto che sei sempre e solo lo stesso “UNO”, perché non mi dici chi sei?
    Mi sembra proprio che te le canti e te le suoni tutto da solo!
    Visto che questo spazio è aperto alla libera discussione, perché non ti presenti con nome e cognome?
    Forse preferisci continuare a nasconderti …!
    Paolo

  9. anonimo

    allora usiamo tutti lo stesso ip tanto è open che ci frega!!
    note:

    Andate su “pannello di controllo” > “connessioni di rete”, cliccate col destro > proprietà, selezionate “Protocollo TCP/IP” > proprietà.

    Spuntate “utilizza il seguente indirizzo IP”, nel campo “indirizzo IP:” digitate il vostro indirizzo e per modificarlo cambiate il range.

    Esempio:
    vecchio ip 89.12.34.569
    nuovo ip 89.12.34.570

  10. anonimo

    Servizo buono ed efficiente, nulla da eccepire, dal giappone.

    Monica Rosso

    Schenker Padova

  11. anonimo

    chissenefrega!! fa quello che vuoi. tanto……………

  12. PaoloFederici

    caro “furbissimo” numero 10 (che poi sei sempre lo stesso di 2,3,7,8!) mi spieghi perché hai così tanta PAURA a dire chi sei e da dove chiami …!?
    Adesso, dopo averti spiegato perché non abbia senso lavorare in perdita, provo a spiegarti anche come funziona “splinder”: l’IP dei commentatori viene criptato e associato a un A.I. univoco: ciò consente ai gestori dei blog di riconoscere volta per volta lo stesso commentatore anonimo, anche senza vederne direttamente l’IP – che viene comunque registrato per ragioni di sicurezza sui DB Splinder.
    Ecco dunque che i commenti sono così numerati:
    11 – Servizo buono ed… 272eb232d745202 08/05/2009 – 15:07 Pubblicato
    10 – allora usiamo tutti…dd247bcfc5c0d9a 08/05/2009 – 15:07 Pubblicato
    09 – caro “2”, “3”, “7”… PaoloFederici 08/05/2009 – 14:34 Pubblicato
    08 – questo sta a… dd247bcfc5c0d9a 08/05/2009 – 14:29 Pubblicato
    07 – questo piange e… . dd247bcfc5c0d9a 08/05/2009 – 14:26 Pubblicato
    06 – test b400f724cd7d4e0 08/05/2009 – 14:13 Pubblicato
    05 – vorrei aggiungere:… PaoloFederici 08/05/2009 – 14:06 Pubblicato
    04 – noto con piacere… PaoloFederici 08/05/2009 – 14:02 Pubblicato
    03 – Un raro esempio di… dd247bcfc5c0d9a 08/05/2009 – 12:43 Pubblicato
    02 – Leggo con… dd247bcfc5c0d9a 08/05/2009 – 12:38 Pubblicato
    Quindi il 2,3,7,8, e 10 … arrivano tutti dallo stesso “furbetto” che si vergogna di dire come si chiama … ma che è identificato con “dd247bcfc5c0d9a”
    🙂
    E’ chiaro adesso?
    Paolo

  13. anonimo

    ok divertriti, ho campiato ip. oppure abbiamo cambiato ip.

    Per la cronaca, se voglio dalla mia scrivania di posso anche allentare le viti della tua sedia, ma evidentemente piccolo presuntuoso, tu e l’informatica fate a cazzotti, ma non è ne grave ne una colpa. Ora scatena il tuo IT a fare indagini sullo scrivente, tanto per divertirvi, per cercare di vincere la sfida del giorno, per far vedere che siete intelligenti e bravi, anzi i migliori, ma tutto questo oltre che inutile è anche autoreferenziale. Come tutto ciò che fai. gooooood morning vietnam!

  14. anonimo

    Paolo, evidentemente l’anomimo/i è/sono i tuoi concorrenti, non è che ci vuole molto a capirlo. Magari è qualcuno che senti spesso, magari gli hai anche offerto un pranzo, magari l’hai visto giusto ieri….
    Certo è che non occorre fare molte indagini per capire chi non ha il coraggio di mostrare la propria identità dicendo le proprie opinioni.
    L’unica cosa che vorrei commentare è che chi ha parlato di uso della disponibilità finanziaria dovrebbe sapere che lavorando in perdita la disponibilità si esaurisce e poi bisogna vedere se è la propria disponibilità o quella delle banche…
    ciao
    Tiziana Vimercati

  15. PaoloFederici

    caro 2, 3, 7, 8, 10, 12, 14 …
    è vero, hai cambiato IP!
    🙂
    Però è anche vero che NON HAI IL CORAGGIO DELLE TUE AZIONI perché di dire COME TI CHIAMI non ci pensi proprio!
    Evidentemente ti VERGOGNI moltissimo di quello che hai scritto.
    Ma il bello è che IO SO CHI SEI … solo che non solo NON lo dico, ma non ti svelo nemmeno come ho fatto a scoprirlo!
    Adesso vieni a svitarmi le viti della sedia …!
    Ciao … e scrivimi, che le tue “lettere” mi piacciono alquanto.
    Paolo
    (ovviamente se mi chiami al telefono … te lo spiego!)

  16. anonimo

    DEVO DIRE CHE MI HA TOLTO LE PAROLE DI BOCCA…
    MA SPERIAMO CHE FALLISCANO AL PPP.
    SALUTI
    FRANCESCA SAIGLIA

  17. PaoloFederici

    ricevo questo commento via mail:

    CIAO PAOLO.

    A FARE IL CLICK MI VENIVA FUORI UTENTE ANONIMO, MA CREDO GIUSTO CHE TU SAPPIA CHI TI SCRIVE.

    ANTICO PROVERBIO UNGHERESE ”SE HAI QUALCOSA DA DIRE, COMINCIA A DIRLO, PRIMA O POI VEDRAI CHE QUALCUNO TI ASCOLTERA’ ” …..

    APPROVO INCONDIZIONATAMENTE CIO’ CHE TU SCRIVI.

    AVVIENE ANCHE PER LE SPEDIZIONI GROUPAGE (E COMPLETI) CAMIONISTICHE DA E PER DAPPERTUTTO!

    SOPRATTUTTO I COSIDDETTI ”GRANDI” NON TENGONO CONTO, SECONDO ME, DEI COSTI …. GLI BASTA FARE VEDERE ALLE CASE MADRI CHE LORO IN ITALIA FANNO FATTURATO ………..

    IL TUTTO A TACERE DELLA ASSOLUTA MANCANZA DI PROFESSIONALITA’ SIA DA PARTE DEGLI ACQUISITORI, SIA DA PARTE DEGLI OPERATIVI. …… MA, PURTROPPO, AI CLIENTI PARE NON INTERESSARE … A LORO BASTA IL PREZZO BASSO ….. POI I CASINI CHE VENGONO FUORI ……. CHISSENEFREGA (PER PRENDERE A PRESTITO LA TUA PAROLA).

    CARO MIO, QUASI SEMPRE FINO A IERI ED ANCHE OGGI E VEDRAI, ANCHE SICURAMENTE DOMANI, MOLTI IMPRENDITORI HANNO PRIVILEGIATO E PRIVILEGIANO IL RAPPORTO COL DENARO, PIUTTOSTO CHE IL RAPPORTO COL LAVORO, FACENDO FINTA DI IGNORARE CHE IL PRIVILEGIARE IL RAPPORTO COL LAVORO CONSENTE DI AVERE QUALITA’ MIGLIORI DI BENI E SERVIZI CHE, GIOCOFORZA, POI PORTANO DENARO. CRAPONI!

    MA LA STRADA E’ PIU’ LUNGA ED ALLORA IO (IMPROPRIO, NON IL BUCC) CHE VOGLIO COMPRARMI LA VILLA A CORTINA E LO YACHT IN BELLAVISTA A PORTOFINO DEVO SOLO PENSARE AL DENARO.

    NON CONCEDO NEANCHE DUE MINUTI DI PERMESSO AI MIEI DIPENDENTI CHE VOGLIONO ANDARE A SCUOLA (QUELLA VERA E NON A SQUOLA) PER CRESCERE PROFESSIONALMENTE E NON MI INTERESSA SE NON SI AGGIORNANO, TANTO ….. POI VADO A PRENDERE DIRETTAMENTE I CLIENTI DEI MIEI CONCARICATORI, AI QUALI NON DARO’ L’ASSISTENZA CHE ALTRI DANNO, MA ME NE FREGO ….. IO CI GUADAGNO.

    OPPURE, DITTE PRODUTTIVE: LI METTO IN CASSA INTEGRAZIONIE, MOBILITA’ ECCETERA E COMPAGNIA CANTANDO.

    E ADESSO CHE C’E’ LA CRISI? …………… MI MANGIO LE UNGHIE PERCHE’ NELLA VILLA DI CORTINA NON RIESCO MAI AD ANDARE … SULLO YACHT A PORTOFINO CI SONO STATO SOLO DUE VOLTE ….. ED ALLORA MI VENDO AD UNA DELLE SOLITE MULTINAZIONALI CHE GIA’ HA COMPRATO DIECI E PIU’ AZIENDE SIMILI ALLA MIA, LE FACCIO VEDERE UN BEL BILANCIO COME VOGLIO IO ………….. E DIVENTO DIRETTORE DI UNA DIVISIONE, CON LICENZA DI UCCIDERE I FEDERICI DELLA SITUAZIONE …. PARDON VOLEVO DIRE CON LICENZA DI FARE I PREZZI SOTTOCOSTO, PER FARE FATTURATO, COSI’ IL PAOLO FEDERICI SI MANGIA IL FEGATO.

    CHISSENEFREGA … CHISSENEFREGA …… SE NON POSSIEDO PIU’ LA PROFESSIONALITA’ (AMMESSO E NON CONCESSO CHE CE LA AVESSI PRIMA) ….. E COSI’ PERDO ANCHE QUEL MINIMO DI DIGNITA’ MORALE CHE OGNI UOMO (DI SESSO FEMMINILE O DI SESSO MASCHILE CHE SIA) DOVREBBE AVERE.

    VEDI, SE IL DISCORSO MORALE FOSSE STATO TENUTO PRESENTE …. FORSE ….. MOLTE DELOCALIZZAZIONI NON SAREBBERO AVVENUTE ……. E QUALCHE DISOCCUPATO IN MENO ……

    E POI, SIAMO SEMPRE LI’, L’AVIDITA’ HA PORTATO TUTTO QUEL CASINO CHE STIAMO VEDENDO, CASINO NEL QUALE, ANCORA ADESSO QUALCUNO CI SGUAZZA: PER ESEMPIO LE BANCHE (CHE NON DANNO PIU’ MUTUI CASA A NESSUNO, PUR AVENDO RICEVUTO I FAMOSI TREMONTI BOND E QUINDI LE GIOVANI COPPIE DEVONO VIVERE SEPARATE, OGNUNO A CASA DAI SUOI, COME PRIMA, ANCHE SE SPOSATI ….. NE CONOSCO UN PO’) ….. PENSA CHE IL GIORNO 26 MAGGIO VADO DAL NOTAIO A CHIUDERE UNA DELLE MIE COOPERATIVE EDILIZIE (NELLA MIA VITA, CON LE COOPERATIVE, HO CONTRIBUITO AD EDIFICARE MIGLIAIA DI ALLOGGI PER LAVORATORI, COMPRESE LE SECONDE CASE) PERCHE’ LA GENTE NON RICEVENDO IL MUTUO, NON PUO’ PAGARE LA NUOVA CASA ………. E IO, PER EVITARE LA BANCAROTTA, SONO COSTRETTO A CHIUDERE.

    PER ESEMPIO LE FINANZIARIE …. PER ESEMPIO ALCUNI GROSSI GRUPPI INDUSTRIALI ….. E NON PER ESEMPIO LE PMI (PICCOLE MEDIE IMPRESE!) …………….

    PERCHE’ ADESSO TUTTA QUESTA ATTENZIONE DEI POLITICI BIANCHI, VERDI, ROSSI, GIALLI, ARANCIONE, CREMISI, AZZURRI ECC, VERSO LE PMI? …………….. PERCHE’ ”FORSE” HANNO CAPITO CHE PRIVILEGIANDO, COME IN PASSATO, SOLO IL RAPPORTO CON I GRANDI INDUSTRIALI …….. LO STATO DOVEVA SOLO TIRARE FUORI SOLDI SU SOLDI (CASSA INTEGRAZIONE COMPRESA) ………. MENTRE QUANDO C’ERANO GLI UTILI ……….. I BILANCI ……… CAPITO?

    ALLORA, SIAMO TUTTI DENTRO QUESTA STRANA STANZA BUIA DALLE FINESTRE CHIUSE.

    CI PIACEREBBE POTER USCIRE A PRENDERE UNA BOCCATA D’ARIA, MA, SENZA LUCE NON TROVIAMO LA PORTA DELLA SPERANZA.

    SPERANZA ILLUMINANTE SOLO SE RIUSCIREMO A CAPIRE CHE ESSERE TANTI SINGOLI IO, COME OGGI SIAMO, NON AIUTA NESSUNO.

    VOGLIAMO PROVARE A DIVENTARE NOI?

    TU, PAOLO, SEI GIA’ UNO DI QUEI NOI ….. ANCHE E NON SOLO, GRAZIE AI CONCERTI CHE HAI FATTO AL MIO PAESE E PER I QUALI TI SARO’ SEMPRE GRATO (CONCERTI DEDICATI AGLI OSPITI DELLA CASA DI RIPOSO GALLAZZI VISMARA DI ARESE CHE SI DIVERTIVANO, CANTAVANO ESSI STESSI, BALLAVANO …), PER I LIBRI CHE SCRIVI, PERCHE’ DICI IL TUO VERBO …. E PRIMA, PIUTTOSTO CHE POI, TI ASCOLTERANNO VEDRAI, ANZI QUALCUNO TI STA GIA’ ASCOLTANDO.

    CIAO E SERENO FINE SETTIMANA.
    GIOVANANGELO BUCCELLONI DETTO BUCC – ARESE (MILANO)

    p.s.:
    MI PERMETTO SOLO DI AGGIUNGERE UNA PICCOLA COSA, FORSE INSIGNIFICATE, MA PER ME IMPORTANTE: LA BIZETA SPEDIZIONI HA SEMPRE RICEVUTO (E RICEVE) MOLTA MERCE DAI CONCARICATORI, NON SOLO ITALIANI.

    LA BIZETA SPEDIZIONI IN GENERALE ED IL BUCC IN PARTICOLARE, NON HA MAI, MAI E PROPRIO MAI TOCCATO UN CLIENTE DI TALI CONCARICATORI, ANCHE QUANDO ERA IL CLIENTE STESSO CHE PRENDEVA CONTATTO DIRETTO CON NOI.

  18. PaoloFederici

    caro “8”,
    giusto per puntualizzare: la mia “WAIS” è sufficientemente buona, tanto che sono entrato, senza colpo ferire, nel MENSA … fin dall’ormai lontano 1988.
    🙂
    Però poi venerdì non mi hai chiamato!
    Devo chiamarti io?
    Paolo

  19. anonimo

    Bello!:D Grazie!

  20. anonimo

    Ma che’ bellezza! Come mi piace:) E’ divertente:D

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...