TASSE

da quanto capisco, nel 2008 lo Stato ha incassato tasse per circa 430 miliardi di euro, così suddivisi:
*** 200 come imposte dirette
> 155 trattenute a dipendenti
> 30 pagate da aziende (sugli UTILI dichiarati)
> 10 interessi/altri redditi
> 5 altre voci
*** 190 come imposte indirette
> 120 IVA (di cui 15 da importazioni, 105 da scambi interni)
> 20 tasse sulla benzina
> 10 tasse sui tabacchi
> 10 tasse sui giochi (lotto, lotterie, ec)
> 10 bollo auto/tasse su assicurazione/tasse auto
> 5 tasse su gas/metano
*** 35 come tasse regionali
> 10 IRE
> 25 IRAP (di cui 15 da privati e 10 da aziende)
Considerato che in Italia ci sono circa 2.000.000 di aziende, se L’UTILE dichiarato da 2.000.000 di aziende ha prodotto tasse per circa 30 miliardi, significa che OGNI AZIENDA ha pagato in media 15.000 euro (come imposte dirette) e altrettanto (circa) come IRAP.
Ma significa anche che se i LAVORATORI (dipendenti) in Italia sono circa 20.000.000 … ognuno di loro ha pagato in media 8.000 euro.
Obiettivamente che un “dipendente” paghi in media 8.000 euro di tasse mi sembra tanto … mentre mi sembra “pochissimo” constatare che le aziende ne pagano solo 15.000 (E’ vero, se ci aggiungiamo l’IRAP la cifra raddoppia … ma anche così è sempre poco!)!
Se poi consideriamo che l’evasione (secondo alcuni studi) sfiora i 200 miliardi di euro, mi sembra chiaro che – incassando i 200 miliardi di evasione – potremmo:
– azzerare le tasse ai dipendenti (quindi incrementare immediatamente del 40 per cento il loro potere d’acquisto e dare così un’accelerazione all’economia oggi stagnante)
– contare comunque su una cinquantina di miliardi in più per le casse dello Stato (quindi con la possibilità di migliorare i servizi, quali scuola, sanità, infrastrutture)
Insomma, il problema è uno ed uno solo: l’evasione fiscale!
Per ritornare dunque alla mia proposta (permettere ai dipendenti di detrarre i “costi” come fanno le aziende) quand’anche avesse ragione (anche se non mi trova d’accordo!) chi sostiene che così facendo “sparirebbero” le tasse pagate dai dipendenti (dunque meno 155 miliardi!), è altrettanto vero che TUTTO il nero (dunque più 200 miliardi) verrebbe a galla … e quindi il risultato finale sarebbe comunque positivo (trattandosi di un più 45, pari ad un aumento delle entrate superiore al 10 per cento rispetto alle attuali!).
Vogliamo discutere “questi” numeri?
Paolo

Annunci

1 Commento

Archiviato in cultura, denuncia, economia, giornalismo, Politica, riflessioni

Una risposta a “TASSE

  1. anonimo

    La matematica non è certamente il mio forte, per cui non discuto i numeri, Paolo, ma discuto sul fatto che probabilmente fra gli evasori ci sono anche le medie, ma soprattutto piccole imprese, senza contare gli artigiani e le altre piccolissime attività private (non dipendenti) che non ce la fanno a respirare e falliscono cadendo come le pere…quindi…
    Non me ne intendo ma, se oltre a detrarre le tasse ai lavoratori, si perseguissero tutte quelle piccole aziende che evadono e si accellerasse il loro fallimento non avremmo forse, ulteriori disoccupati e quindi meno potere di acquisto?
    Non credo che la soluzione sia nei numeri, ma nel trovare lavori alternativi e far trovare alla gente il coraggio ed il gusto di cambiare lavoro o città o di inventarne uno nuovo. E se tornassimo all’antico? Meno lussi, più città d’arte, più agriturismi, più marittimi, che con il loro lavoro contribuiscano a pagare i mutui per iniziare un’attività agro-turistica seguita dalle mogli. Più artigiani con il loro lavoro (certamente non pagato quanto il tempo speso per eseguire un lavoro accurato). Gli unici che, secondo me, hanno veramente diritto ad essere pagati tutti i minuti che lavorano e pagati decentemente, sono quelli che svolgono lavori pesanti ed usuranti perché il loro costo è la salute. E soprattutto più banche etiche e più microcredito. Sono i poveri che di solito sono onesti e pagano i micro-mutui, ed invece devono rivolgersi agli usurai.
    Come vedi i numeri non so discuterli. Ciao…Gaia

e tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...